venerdì 23 gennaio 2009

Crema dubarry





La crema Dubarry...mi ha colpito più la sua storia che la ricetta, molto molto semplice tra l'altro! Questa preparazione è dedicata a Marie-Jeanne Bécu contessa du Barry e aveva ben due scopi: far mangiare un re senza denti e sfruttare le supposte facoltà del cavolfiore di ridare un po’ di virilità agli uomini stanchi. In realtà però Luigi XV non la voleva più nel suo letto perché, come dicevano le malelingue alimentate dalla principessa Maria Antonietta, petava tutta la notte disturbando il regale sonno....hahahahha...troppo forte!


Ingredienti per 4 persone:
600 g. di cavolfiore (pesato pulito)
300 g. patate
1 litro e ½ di latte
sale
prezzemolo tritato
1 noce di burro (facoltativa)

Procedimento:
Pulire il cavolfiore: eliminare il gambo, sbriciolare grossolanamente i fiori. In un tegame alto mettere i fiori del cavolfiore, patate tagliate a dadini (della stessa misura dei fiori), latte freddo a coprire (tenerne da parte un bicchiere). Salare e cuocere a fuoco lento per almeno 35-40 minuti. A cottura ultimana tritare con il mixer fino ad ottenere la consistenza di una crema. Portare ad ebollizione; se troppo densa aggiungere il latte avanzato, se troppo liquida aggiungere burro. Servirla con crostini dorati e prezzemolo....e portarla al Re!!! eh eh...

14 commenti:

  1. Hihihi bellissima storia Denise, dal finale divertente! Adoro le creme e le vellutate, mi sa che ti rubo l'idea!
    Buon fine settimana!!! Un bacio grande

    RispondiElimina
  2. ahahah che storia... la moglie che petava nel letto non se pò sentì ahahahahaha... Questa crema è buona.. è simile ad un passato di verdure solo che le verdure son cotte nel latte.. tipo vellutata quindi?baci baci

    RispondiElimina
  3. fortissima la storia!!! :-) dev'essere buonissima questa ricettina! me la copio!

    RispondiElimina
  4. Molto carina sia la storia (divertentissima!!) che la ricettina!!! complimentissimi

    RispondiElimina
  5. che storia spassosa! la ricettina è davvero interessante! :)

    RispondiElimina
  6. che divertimento!!!e poi è molto interessante sapere l'origine di unpiatto!!!grazie!!!

    RispondiElimina
  7. anvedi la Dubarry, che bijoux di finezza!!! ahahahah! però la crema è buona,mi piace e soprattutto ha due ingredienti che devo consumare...aggiudicata alla grande! bacioni

    RispondiElimina
  8. ♫♫♫ciao Denise (^_^) bellissima questa storiella ihihihi!!!! proprio esilarante (^_^)
    cmq la cremina dev'essere buona (°_°) o credi che era la cremina a farla prrrr!!!!! ihihi!!!!
    un abbraccio e buon weekend grazie per avemi fatto sorridere (-_^) ♫♫♫

    RispondiElimina
  9. furba, la francesina. Comunque la salsa mi sembra ottima. ciao Denise, buon fine settimana e un bacione

    RispondiElimina
  10. Bella storia!!
    Deve essere buonissima ciao

    RispondiElimina
  11. I feel good tararararararà

    RispondiElimina
  12. @ tutti: sono contenta vi sia piaciuta la storiella, effettivamente sapere l'origine di un piatto fa sempre piacere...certo la francese che peta nel letto come dice Claudia...non se pò sentì!! hahahahh!

    RispondiElimina
  13. che buono! interessante il risvolto storico

    RispondiElimina
  14. Io la devo fare domani ma la mia ricetta è diversa!!! 2 cavolfiori, 4 patate, 2 cipolle... tagliarle , metterle in una pentola coperte d acqua finchè non sono cotte.. passare il tutto con il minipimmer, e aggiungere panna fresca (x dolci) tanto quanto basta affinchè si sbianchi e una volta messa la panna non si cuoce piu, se si desidera servirla calda , allora si scalda a bagno maria. servita con dei crostini d pane, olio, e a piacere parmigiano! è OTTIMA !=P

    RispondiElimina