lunedì 22 agosto 2016

Fregola salsiccia e verdure


La Sardegna degli anni passati mi ha lasciato un segno indelebile...la fregola! Mi piace un sacco, e la provereri in mille modi diversi. Con la salsiccia è il top, con le verdure mi piace e quindi ho unito verdure e salsiccia ed ho preparato il mio piattino. Si cucina come il risotto, quindi nessun tipo di difficoltà.

Ingredienti:
250 gr di fregola
mezza cipolla
100 gr di peperoni,
100 gr di zucchine
100 gr di melanzane
200 gr di salsiccia
dado vegetale
brodo 
 Procedimento:
Soffriggere la cipolla con un po' di olio, tagliate a pezzi piccoli la verdura e unitela la soffritto, quando ha rosolato per bene unire la salsiccia e far soffriggere, poi del brodo caldo con un mestolo (ottenuto con acqua e dado vegetale) tenetelo sempre sul fuoco perchè vi potrà servire più avanti! Quando la verdura e a media cottura aggiungete la fregola e tanto brodo per ha bisogno di essere coperta come fate per il risotto. Se cè bisogno coprite con un coperchio ma accertatevi che ci sia sempre del brodo. A cottura ultimata servire con del parmigiano.

giovedì 18 agosto 2016

Polpette al pomodoro

 
 
 
 
Sempre rimanendo in tema di pomodori visto che siamo in piena stagione possiamo preparare un bel piatto di polpette al sugo...non è certo un piatto tipicamente estivo, ma siccome possono essere mangiate anche tiepide o fredde...perchè no? Ovvio che con i pomodori che troviamo in agosto viene un sughetto da urlo, ma se volete essere veloci la passata di pomodoro va più che bene!
 
 
Ingredienti:
300 grammi di Carne macinata di manzo
200 grammi di Carne macinata di maiale
80 grammi di mollica di pane
1 bicchiere di latte intero
2 prese di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 Uovo
6 cucchiai da tavola di Olio extravergine d'oliva
1 Spicchio di aglio
1 presa di Prezzemolo
1 presa di Sale
1 presa di Pepe nero
1 chilo di Pomodori, da sugo (oppure 1 litro di passata di pomodoro)
1 Cipolle
2 ciuffi di basilico
 
Procedimento:
Se non voglio usare la passata di pomodoro, preparo per prima cosa preparo il sugo. Lavo i pomodori, li divido a metà con le mani e li metto sul fuoco moderato in una casseruola con il coperchio, senza alcun condimento. Dopo una decina di minuti li verso in un colino per sgocciolarli un po’ e di seguito li passo dal passaverdure. Trito finemente la cipolla e la faccio rosolare dolcemente in un tegame ampio con 2-3 cucchiai d'olio senza farla colorire. Quando è ben appassita, unisco i pomodori passati (o la passata di pomodoro già pronta), una bella presa di sale e 2 ciuffi di basilico. Faccio cuocere il sugo per una decina di minuti e lo lascio in attesa.
Per le polpette, spezzetto la mollica in una scodella, la bagno con un bicchiere di latte e la lascio ben ammollare. Dopo averlo lavato e ben asciugato, trito finissimo una manciata di prezzemolo. Raccolgo le due carni in una terrina, con l’uovo intero, il Parmigiano, il prezzemolo, lo spicchio d’aglio grattugiato e la mollica molto strizzata. Impasto a lungo con le mani, poi divido il composto in parti uguali delle dimensioni più o meno di un uovo e li allargo su un foglio di carta forno. Ora mi ungo le mani bene le mani con un filo d’olio e rotolo ogni pezzo fra i palmi modellando delle polpette rotonde. Scaldo un filo d’olio in una padella antiaderente e scotto rapidamente le polpette, 5 o 6 alla volta, 2 minuti per parte. Via via che le scolo, le passo su un piatto e, quando sono tutte pronte, le passo nel tegame con il sugo di pomodoro in leggera ebollizione dove le faccio cuocere, a fuoco dolce, per 20-30 minuti, girandole un paio di volte. Servo le polpette calde o tiepide, accompagnandole con riso bollito o purè di patate.

lunedì 1 agosto 2016

Pappa al pomodoro

 


Voglia d'estate, di ricette fresche ed estive ed eccola quì la pappa al pomodoro che offre il meglio di sè in piena estate appunto, quando i pomodori sono maturi e sugosi. Una delizia sia per bambini che per adulti, si può mangiare calda o fredda come si preferisce.


Ingredienti:

800 gr di pomodori maturi 
300 gr di pane toscano raffermo 
20 foglie di basilico 
1 spicchio d'aglio 
1 cucchiaio di cipolla bianca tritata 
brodo vegetale o acqua calda 
olio extravergine d'oliva 
sale e pepe

Procedimento:
Lavate i pomodori, praticategli una piccola incisione a croce e tuffateli per pochi secondi in acqua bollente. Scolateli, eliminate la pelle e i semi interni e tritateli finemente con un coltello. In un tegame, scaldate a fuoco dolce 3 cucchiai d’olio e fateci imbiondire uno spicchio d’aglio, prima che si bruci eliminatelo e aggiungete la cipolla tritata. Bagnate con poco brodo caldo e fatela stufare fino a che non diventa tenera.Unite il pomodoro e alzate la fiamma. Fate cuocere per 5 minuti in modo che il sugo si restringa leggermente. Aggiustate di sapore con sale e pepe. Unite il pane tagliato a fettine sottili e il basilico tagliato a julienne. Abbassate la fiamma e mescolate spesso con il cucchiaio di legno per evitare che la zuppa si attacchi sul fondo. Proseguite la cottura unendo progressivamente del brodo caldo e mescolando spesso per circa trenta minuti finchè la zuppa non assuma una consistenza morbida. Distribuitela nei piatti fondi e lasciatela riposare prima di servirla con un filo d’olio e con una foglia di basilico al centro del piatto.

giovedì 21 luglio 2016

Garganelli vongole e pistacchi



Tempo fa avevo fatto una crociera dove non ho potuto fare a meno di partecipare al corso di cucina dello chef che ci ha insegnato a preparare questo piatto delizioso pronto in poco tempo. Poi grazie ai pistacchi del Bronte che mi porta sempre mia zia dalla Sicilia con questa ricetta ho potuto sbizzarrirmi ... vongole e pistacchi un binomio da urlo!

Ingredienti:
80 gr garganelli
150 gr vongole
50 gr di granella di pistacchi
aglio
olio
4 foglie di basilico fresco
scorza di limone
peperoncino
vino bianco q.b.
 
Procedimento:
Tritare i pistacchi (se non sono già tritati) insieme all'aglio, le foglie di basilico e l'olio. Saltare in padella le vongole in un poco di olio evo aromatizzato con aglio e peperoncino, salare leggermente e sfumare poi con un po’ di vino bianco. Intanto cuocere i garganelli, scolarli e farli saltare in padella con le vongole, aggiungere il pesto e la scorza di limone tritata e servire.

martedì 19 luglio 2016

Risotto all'aglio orsino e speck

Questo risotto molto speciale viene preparato con una specie di aglio selvatico: l’aglio orsino. Questa pianta cresce nei boschi e in montagna vicino ai ruscelli d’acqua o comunque in luoghi molto umidi, con poco sole e in primavera. Sono riuscita a comprarlo in primavera appunto in una fioreria per poter sperimentare la ricetta, dopodichè l'ho piantata nel mio terrazzo in modo da poterlo degustare anche d'estate. Per la ricetta del risotto all’aglio orsino ho usato soltanto le foglie verdi.

Ingredienti:
350 gr. di riso carnaroli
una noce di burro
1 scalogno
10 foglie di aglio orsino
1 etto di speck tagliato fino
poco olio per far rosolare lo speck
mezzo bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
50 gr. parmigiano reggiano grattugiato
sale q.b.
pepe nero macinato fresco q.b.

Procedimento:
Rosolate lo scalogno per 5 minuti in una noce di burro a fuoco basso. Alzate la fiamma, aggiungete il riso e tostatelo per un paio di minuti. Sfumate con il vino bianco.Versate adesso, poco alla volta, il brodo caldo. Continuate la cottura del riso per 15 minuti circa. Nel frattempo tagliate a striscioline lo speck e fatelo rosolare in pochissimo olio e aggiungetelo al riso, tagliate alcune foglie di aglio orsino a striscioline e le mettete da parte. Frullate il resto delle foglie con poca acqua e mescolatelo, quando il risotto è cotto, ma ancora al dente, con il formaggio e una noce di burro al riso. Aggiustate di sale e pepe e lasciate riposare per un minuto a pentola coperta.Servite il risotto all’aglio orsino nei piatti e guarnite con le foglie tagliate a striscioline.

giovedì 23 giugno 2016

Palline al cocco e ricotta


Queste le ricette che mi fanno impazzire...della serie...ma perchè non ci sono arrivata prima? Si può creare qualcosa di così buono in praticamente 2 minuti? A me sembra impossibile eppure è così: basta prendere la stessa dose di ricotta, zucchero e farina di cocco, creare delle palline e avrete pronti dei dolcetti in men che non si dica!
Per comodità e perchè me ne servivano tante ho usato una confezione intera di ricotta da 250 g. ma potete usarne di meno e di conseguenza meno zucchero e meno cocco.

Ingredienti:
250 g. di ricotta
250 g. di zucchero
250 g. di farina di cocco

Procedimento:
Amalgamare gli ingredienti, lasciar riposare in frigo se non si ha fretta, creare delle palline e posizionarle sui pirottini e servire. Niente di più semplice.


martedì 31 maggio 2016

biscotti alla cannella


  
 
 
Tempo fa ho ricevuto da mio marito un buonissimo pacchetto di biscotti alla cannella comprati in una pasticceria in Corsica. Talmente buoni che sono finiti praticamente subito tra me, i miei figli e mio marito appunto. Non potendo andare in Corsica a ricomprarli mi sono impegnata per cercare di rifarli e la ricetta che mi è sembrata più appropriata scovata su internet è questa. Certo non sono venuti uguali identici, ma mi sono avvicinata parecchio. La ricetta è semplice e veloce, quindi li riproverò ancora parecchie volte!
 
 
Ingredienti:
30 gr zucchero semolato
5 gr cannella in polvere
1 presa sale

1 cucchiaio latte
100 gr burro
100 gr zucchero di canna
200 gr farina tipo 00
3 gr lievito vanigliato
1 uovo
 
Procedimento:
Unite il burro ammorbidito, i due tipi di zucchero, la cannella, il sale, il latte e l’uovo leggermente sbattuto; lavorate il tutto con una frusta per alcuni minuti, fino a ottenere un composto spumoso e omogeneo. Incorporate la farina fatta scendere da un setaccio con il lievito vanigliato, quindi trasferite il composto sulla spianatoia e lavoratelo brevemente con le mani.
Dividete il composto in due o tre parti e formate dei cilindri di 2,5 cm di diametro. Poneteli in frigorifero per almeno 1 ora a rassodare. Tagliate i cilindretti di pasta a rondelle spesse circa 1 cm, depositatele su una o più placche da forno rivestite con carta oleata e cuocete in forno ventilato già caldo a 185 °C per circa 15 minuti. Sfornate i biscotti, lasciateli raffreddare sulla placca, disponeteli sul piatto da portata e servite in tavola.

giovedì 26 maggio 2016

Arriva il caldo...giusti giusti gli spiedini di carpaccio!

Un'idea carinissima, veloce e fresca per l'estate...gli spiedini di carpaccio ripieni. Si possono sia mangiare crudi che passati velocemente in forno (giusto il tempo che il formaggio si sciolga). Un'idea valida sia per un antipasto, che per un secondo ma anche per un bel buffet! Ho visto la ricetta alla prova del cuoco e l'ho subito provata vista la semplicità di preparazione.

Ingredienti:
Fettine di carpaccio
formaggio a fette
limone
rucola
sale
olio

Procedimento:

Prendete le fettine di sottofesa e disponetele una accanto all’altra sul piano di lavoro. Aggiustate di sale. Profumate la carne con la scorza grattugiata del limone. Stendete le fettine di formaggio e successivamente le foglie di rucola in modo da ricoprire interamente la superficie delle fettine. A questo punto, avvolgete il carpaccio in modo da ottenere dei rotolini.Infilzate con degli stecchini di legno avendo cura di mantenere una distanza di almeno un dito tra uno stecchino e l’altro per rendere più agevole il successivo porzionamento.

giovedì 21 aprile 2016

Torta morbidissima al cioccolato fondente





 

Di questa torta sono innamorata per 3 motivi:
1. è semplicissima
2. è morbidissima
3. mi ha fatto consumare un sacco di cioccolato fondente che avevo in casa (uova di Pasqua)

La sua morbidezza è disarmante, dopo un morso vuoi subito farne un altro e un altro ancora dovete provarla, l'ho trovata casualmente sul web perché volevo sbarazzarmi di un po' di cioccolato. Prossimamente voglio provarla anche con il cioccolato al latte visto che devo farne fuori anche di quello, poi vi dirò. Ma con il cioccolato fondente il risultato è garantito!


Ingredienti:
100 g di farina 00 (oppure 50 g di farina e 50 g di fecola di patate)
200 g di cioccolato fondente
130 g di burro
230 g di zucchero
6 uova medie
1 bustina di lievito
zucchero a velo per guarnire

Procedimento:




Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro tagliati a pezzetti.

Nel frattempo montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

Amalgamare bene il cioccolato e il burro fusi e lasciare riposare per alcuni minuti. Accendere il forno a 180°, modalità statico, così al termine della preparazione sarà quasi giusto a temperatura.

Aggiungere il cioccolato fondente e il burro al composto di uova e zucchero.

Mescolare dal basso verso l’alto per non smontare il composto e aggiungere la farina, (la fecola se si è deciso di usare 1/2 farina e 1/2 fecola) e il lievito setacciati, poco per volta, per evitare la formazione di grumi. Il composto ottenuto sarà cremoso e non troppo denso. Imburrare e infarinare una teglia a cerniera, diametro 24-26 cm.


Versare il composto all’interno della teglia e cuocere la torta al cioccolato in forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti, dipende dal forno.

Per verificare che la torta al cioccolato sia cotta all’interno fare la prova stecchino, se questo uscirà asciutto allora la torta è pronta. Non aprire il forno per i primi 30 minuti.

Spolverizzare con abbondante zucchero a velo.


giovedì 7 aprile 2016

Cannelloni alla spagnola



Ogni tanto quando sono in cucina tra i fornelli mi capita di girare sulla prova del cuoco, non sono una che sta molto attenta alle ricette ma quando ci sono ingredienti che mi piacciono molto tiro su le antenne! Sentivo parlare di una ricetta mandata da una fan di Anna Moroni da Barcellona e già mi attizzava l'idea, poi ho sentito parlare di cannelloni, tonno, uova...beh ho dovuto per forza fare una foto alla ricetta in TV per provarla il giorno dopo...hahhahah!!!


Ingredienti:
Per la sfoglia:
200 g farina
2 uova
oppure 1 confezione di sfogliavelo
Per il ripieno:
50 g ricotta
500 g passata di pomodoro
320 g tonno in scatola
50 g capperi
2 uova sode per il ripieno
2 uova sode da sbriciolare alla fine
2 spicchi d’aglio
2 cucchiai di olio evo
1 peperoncino piccante (facoltativo)
pangrattato
sale

Procedimento:
Tritiamo le uova sode e i capperi con la mezzaluna; in una ciotola mettiamo il tonno, le uova sode e i capperi tritati, li amalgamiamo per bene e uniamo anche la ricotta, amalgamiamo ancora, poi facciamo soffriggere un po’ l’olio con l’aglio in una padella, aggiungiamo la passata di pomodoro, saliamo (se necessario) e lasciamo in cottura la salsa. Dopodiché, sbollentiamo la pasta e la raffreddiamo in acqua fredda, la scoliamo e la mettiamo sulla sfoglia. Mettiamo il nostro ripieno sulla sfoglia, arrotoliamo, creiamo i cannelloni e poi li mettiamo in una teglia con un filo di olio. Aggiungiamo la salsa, il pangrattato e  una spolverata di formaggio grattugiato. Mettiamo il tutto in forno a 200° per 15 minuti. Terminiamo la ricetta aggiungendo le uova sode sbriciolate.

mercoledì 30 marzo 2016

Cookies

Finita la Pasqua, soprattutto chi ha figli si ritrova con chili di cioccolato da smaltire...aiuto! Ho dovuto per forza creare qualcosa per farne fuori almeno un po' e quindi non ho potuto resistere di provare la ricetta di mia zia Silva dei famosi cookies americani . Quel gusto di dolce/salato tipico di questi biscotti croccanti mi piace un sacco!

Ingredienti:
115 g di burro a temperatura ambiente
100 g di zucchero a velo
50 g di zucchero semolato
estratto di una bacca di vaniglia (o una bustina di vanillina)
2 uova
180 g di farina 00
175 g di cioccolato fondente tritato (o gocce di cioccolato)
5 g di sale grosso
2,5 g di bicarbonato
Procedimento:
Aggiungere al burro lo zucchero a velo e lo zucchero semolato e mescolare con la frusta K della Kenwood Chef fino ad ottenere un composto cremoso, aggiungere quindi il resto degli ingredienti continuando a mescolare. Riempire un cucchiaino dopo l'altro con l'impasto e disporli in una teglia rivestita di carta forno, ben distanti l’uno dall’altro perchè in cottura tenderanno ad appiattirsi., non preoccupatevi quindi della forma...il forno penserà a tutto. Cucinare nel forno a 180° per 12-15 min.

martedì 8 marzo 2016

Torta alla ricotta (Topfengitterkuchen)


Buona festa donne!! Oggi 8 marzo vi dedico una torta buonissima, gentilmente suggeritami da un mio collega. Una torta austriaca molto morbida che per l'occasione ho voluto accompagnare da una salsina alle fragole che ci stava proprio bene. La difficoltà principale di questa torta sta nel fare in modo che la ricotta rimanga in superficie e non scenda giù...comunque anche se dovesse scendere alla base dell'impasto poco male, sarà buonissima comunque. L'ho provata a fare 3 volte e solo una su tre la griglia creata dalla ricotta è rimasta in superficie!




Ingredienti: 
Impasto torta
5 uova (taglia M)
Zucchero a velo 320g
125 cc Olio
125 cc litro d'acqua
320 g di farina
1/2 confezione di lievito
Crema di ricotta:
2 confezioni di ricotta da 250 g.
2  Tuorli
Zucchero a velo 70g
1 conf. Di zucchero vanigliato
Salsina alle fragole di accompagnamento (facoltativa)
1 cestino di fragole
zucchero q.b.

Procedimento:
1. Separare gli albumi dai tuorli e mettere gli albumi fino al momento dell'uso in frigo
2. Montare tuorli, zucchero a velo, olio e acqua fino a che diventi un composto spumoso.
3. Montare gli albumi con un pizzico di sale a neve.
4. In un'altra ciotola unire la farina al lievito.
5. Quindi unire il composto di uova a quello di farina mescolando continuamente.
6. Unire prima un terzo degli albumi al composto, incorporare poi con cura gli altri due terzi.
7. Preriscaldare il forno a 160 ° C ventilato.
Crema di ricotta
1. Unire la ricotta, il tuorlo, lo zucchero a velo, un pacchetto di zucchero vanigliato e mescolare per qualche minuto.
2. Disporre l’impasto della torta su una teglia grande imburrata e infarinata
3. Con il Sac a poche creare dei rombi sulla torta con il composto di ricotta con le linee a distanza di 3 cm
4. Infornare la torta in forno a 180 ° C ventilato per 45 min. circa (fare comunque la prova della forchetta)

Se volete accompagnare la torta con la salsina di fragole, frullate le fragole con lo zucchero e servitela insieme alla torta.

venerdì 19 febbraio 2016

Salmone in crosta al pistacchio con spinaci




Ho preso spunto da una ricetta letta su un giornale per creare una ricetta tutta mia che è piaciuta tanto ai miei amici quindi vi posto direttamente la mia versione visto che è più semplice e secondo me più gustosa. Potete servirla sia come antipasto che come secondo magari accompagnato da un po' di patate lesse.

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
500 g di filetto di salmone in un pezzo unico
200 g di spinaci
1 spicchio d'aglio
senape
pangrattato
pistacchi tritati
olio
sale
pepe
sesamo

Procedimento:
Lavate il salmone, togliete la pelle. Mescolate in una ciotola il pangrattato, i pistacchi tritati finemente, l'olio, il sale e il pepe. Spennellate il salmone con abbondante senape e passatelo sulla gratinatura di pangrattato e pistacchi. Mondate e lavate gli spinaci, stufateli in pochissima acqua, scolateli e, una volta che si saranno intiepiditi strizzateli con le mani, infine tritateli finemente al coltello. Fate scaldare un po' di olio in un tegame con lo spicchio d'aglio, versate gli spinaci, salate, pepate e cuocete per una decina di minuti a fuoco medio, togliete l'aglio. Stendete la pasta sfoglia e distribuite gli spinaci al centro. Ponete il filetto di salmone sugli spinaci. Arrotolate la pasta sfoglia come uno strudel e trasferitela su una teglia, rivestita con carta da forno. Spennellate la superficie con l'uovo sbattuto e bucherellatela con la forchetta, cospargete di semi di sesamo la pasta sfoglia e infornate a 180° per circa 20-30 minuti. Una volta cotto lasciatelo riposare una decina di minuti a temperatura ambiente prima di servirlo.












giovedì 4 febbraio 2016

Le celestine in brodo o Frittatensuppe


Niente di più semplice, ma è sempre un piacere mangiarle soprattutto quando in casa si ha già pronto un buon brodo di carne. La sera adoro mangiare minestre calde e questa come si dice da noi è una buona Frittatensuppe. Specialmente quando si ha poco tempo e il frigo quasi vuoto...tac...piattino preparato in men che non si dica!

Ingredienti per 4 persone
2 uova
125 gr di farina
250 gr di latte
20 gr di burro fuso
Prezzemolo tritato
Sale, pepe
Brodo di carne
Grana grattuggiato

Procedimento:
Sciogliere il burro in una padella che poi andrà direttamente nella pastella.
Versare tutti gli ingredienti in una ciotola e con la frusta sbatterli bene sciogliendo tutti i grumi. Quando la pastella è morbida e liscia scaldare bene il padellino unto, versare un mestolino di impasto e cuocere da un lato e dall'altro.
Mettere su un ripiano le crepes e le lasciarle raffreddare, dopodiché arrotololarle con un coltello e tagliarle come le tagliatelle.

sabato 23 gennaio 2016

Pasta fatta in casa al tonno olive e profumo di limone


Quanta soddisfazione la pasta fatta in casa...poi con la Kenwood Chef in quattro e quattr'otto riesco veramente a produrne in quantità industriali. Per degustare la mia pasta ho voluto preparare un sughetto che non è altro che un mix tra un sugo preparato dal mio amico Christian a Capodanno e una ricetta veloce tratta da un libro di Simone Rugiati. Buono e molto veloce come piace a me!

Ingredienti per la pasta:
300 g di farina
3 uova
acqua (se necessario)

Ingredienti (per 4 persone):
olio
aglio
400 g di pomodori pelati
olive taggiasche
capperi
2 scatolette di tonno
scorza di limone grattugiata
succo di mezzo limone
sale
peperoncino 

Procedimento per la pasta:
Versate la farina e le uova nella Ciotola della Kenwood Chef. Montate il Gancio a spirale, regolate la velocità a 1-2 ed impastate per 2 minuti in modo da amalgamare bene gli ingredienti (se non risultano ben amalgamati aggiungete poca acqua). Montate la Sfogliatrice, cospargete di semola l’impasto e tagliatelo in quattro pezzi uguali. Schiacciate leggermente il pezzo per farlo passare attraverso la Sfogliatrice. Con la manopola laterale regolate la Sfogliatrice sullo spessore maggiore, Riducete lo spessore dei rulli di un numero, se necessario cospargete con altra semola, quindi passate nuovamente la pasta attraverso i rulli. Continuate a ridurre progressivamente lo spessore fino a raggiungere quello desiderato.Tagliare la pasta con un Tagliapasta a propria scelta. 

Procedimento per il sugo:
Far soffriggere l'aglio nell'olio, aggiungere quindi i pomodori pelati e far cuocere un po', dopodichè aggiungere le olive, i capperi dissalati, il tonno (scolando prima l'olio), grattuggiare sopra la scorza di un limone e aggiungere succo di mezzo limone. Assaggiare e se manca sale aggiungerne un po' e a chi piace aggiungere peperoncino q.b. Far saltare la pasta lessata nel sugo e servire.

giovedì 21 gennaio 2016

Polpette di salmone in salsa di cocco





Cena di capodanno, qualche stuzzichino di pesce da preparare e voilà, mi sono imbattuta in questa ricetta veramente niente male. La salsa di cocco esalta il sapore della polpetta, un fingerfood che ci sta benissimo per l'aperitivo, ma può essere degustato anche come secondo con una bella insalata di accompagnamento.

 Ingredienti per 4 porzioni:
  • 450 gr. di filetto di salmone
  • 100 gr. di pangrattato
  • 3/4 patate piccole
  • 1 mazzetto di rucola
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva (per cuocere le polpette)
per la salsa:
  • 100 ml. di latte di cocco
  • 100 ml. di panna fresca
  • 20 gr. di scaglie di cocco
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
Lavare ed asciugare la rucola poi sfogliarla e sminuzzarla grossolanamente. Sciacquare le patate e lessarle in acqua bollente salata per 20 minuti a partire dall’ebollizione. Pelarle, ridurle in purè e lasciare intiepidire. Cuocere a vapore per 20 minuti il filetto di salmone, spegnere, lasciare intiepidire e sbriciolarlo. Riunire in una capiente ciotola il purè di patate, il salmone, la rucola sminuzzata e il pangrattato, salare e amalgamare bene gli ingredienti. Formare con le mani delle polpette regolari. In una padella scaldare l’olio e farvi dorare le polpette per una decina di minuti, al termine dovranno essere ben dorate e croccanti. Preparare la salsa al cocco: tritare l’aglio e farlo rosolare nell’olio, insieme al peperoncino piccante intero e alle scaglie di cocco. Unire i semi di sesamo, il latte di cocco, la panna e un pizzico di sale. Cuocere la salsa su fiamma moderata per 10 minuti per farla addensare quindi servire con le polpette al salmone.

sabato 9 gennaio 2016

Involtini di lonza siciliani con ripieno morbido al pistacchio

 
   

Quest'anno le mie zie siciliane sono venute a trovarmi a Bolzano portandomi direttamente da una macelleria di Giarre degli involtini da mettere al forno da leccarsi i baffi, non riuscivo bene a capire gli ingredienti giusti, quindi mia zia si è informata in macelleria e mi ha svelato la ricetta. Veramente gustosi e semplici da preparare. Ho provato subito a farli...devo dire che quelli che mi avevano portato loro erano talmente fatti bene che sembravano delle salsiccette, nemmeno involtini, erano chiusi bene ai lati, forse la carne era tagliata ancora più fine, insomma riproverò a farli meglio ma anche così erano squisiti comunque.

Ingredienti per 4 persone:

16 fettine di lonza piccole e tagliate finissime, oppure se sono piú grandi ne prendete 8 e le tagliate a metà
200 gr. di Philadelphia
100 gr. di granella di pistacchio
Pangrattato
Formaggio grattugiato
Sale e pepe
4 bastoncini per spiedini

Procedimento

Prendete la carne della lonza e bagnatela leggermente nell’olio di semi oppure, quindi impanate le fettine di lonza con un mix di pangrattato, formaggio grattugiato, metà della granella di pistacchio, sale e pepe.Disponete le fettine di lonza aperte su di un piatto. Amalgamate la Philadelphia con l'altra metà della granella di pistacchio e mettetene un cucchiaino colmo al centro della fettina di lonza. Richiudete su stesso l’involtino di Philadelphia e pistacchio. Ripetete l’operazione finchè non avrete utilizzato tutti gli ingredienti. Con un bastoncino inforcate 4 involtini. Mettete gli involtini di Philadelphia e pistacchio in una teglia e infornate a 160° per circa 20 minuti. Quando sono cotti servite in tavola.

 

mercoledì 6 gennaio 2016

Paninetti da buffet



Buongiorno ... buon anno e buona befana! Come prima ricetta dell'anno vorrei proporvi qualcosa da preparare per un buffet...questa idea dei paninetti è stata un po' una scelta forzata...non riuscivo a trovare in negozio panini così piccoli, panini mignon, quelli che ne prendi uno e vorresti subito assaggiarne uno farcito diversamente. Di panini piccoli si se ne trovano, ma a me risultano sempre un po' troppo grandi. Conviene farseli da sè...e così è andata! Mi sono presa la mia ricetta preferita per fare la pizza (provare per credere...la pizza viene buonissima) e l'ho usata per creare questi panini mignon! Poi per farcirli vedete voi cosa più vi piace!

Ingredienti:
300 g di farina 0
200 g di manitoba
6 cucchiai di olio di oliva
300 g di acqua tiepida
20 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaio di fiocchi di patate (purè in busta)
 
Farcitura (sbizzarritevi come volete):
salame o prosciutto
formaggio a fette
insalata verde
pomodorini
salsa rosa o maionese
 
oppure
prosciutto crudo
mozzarella o philadelphia
pomodorini
 
oppure
speck
formaggio
cetriolini 
peperoni 
salsa rosa


oppure
come preferite


Procedimento:

Sciogliere il lievito e lo zucchero nell'acqua, mettere in una ciotola le farine mischiate e il cucchiaio di fiocchi di patate, l'olio e man mano aggiungere l'acqua (miscelata al lievito e zucchero), dopo una prima impastata aggiungere il sale e proseguire ad impastare bene battendo piu volte l'impasto sul piano sino a renderlo morbido (se avete un impastatrice risulterà tutto più semplice, ovviamente usate il gancio), formare 2 palle e metterle a lievitare circa 1 ora. Dopodiché formare delle palline (grandi circa come una pallina da calcetto balilla) e posizionare in teglia sulla carta da forno a lievitare un'altra ora. Scaldare il forno a 220 gradi e far cuocere per circa 20 minuti.