martedì 19 luglio 2016

Risotto all'aglio orsino e speck

Questo risotto molto speciale viene preparato con una specie di aglio selvatico: l’aglio orsino. Questa pianta cresce nei boschi e in montagna vicino ai ruscelli d’acqua o comunque in luoghi molto umidi, con poco sole e in primavera. Sono riuscita a comprarlo in primavera appunto in una fioreria per poter sperimentare la ricetta, dopodichè l'ho piantata nel mio terrazzo in modo da poterlo degustare anche d'estate. Per la ricetta del risotto all’aglio orsino ho usato soltanto le foglie verdi.

Ingredienti:
350 gr. di riso carnaroli
una noce di burro
1 scalogno
10 foglie di aglio orsino
1 etto di speck tagliato fino
poco olio per far rosolare lo speck
mezzo bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
50 gr. parmigiano reggiano grattugiato
sale q.b.
pepe nero macinato fresco q.b.

Procedimento:
Rosolate lo scalogno per 5 minuti in una noce di burro a fuoco basso. Alzate la fiamma, aggiungete il riso e tostatelo per un paio di minuti. Sfumate con il vino bianco.Versate adesso, poco alla volta, il brodo caldo. Continuate la cottura del riso per 15 minuti circa. Nel frattempo tagliate a striscioline lo speck e fatelo rosolare in pochissimo olio e aggiungetelo al riso, tagliate alcune foglie di aglio orsino a striscioline e le mettete da parte. Frullate il resto delle foglie con poca acqua e mescolatelo, quando il risotto è cotto, ma ancora al dente, con il formaggio e una noce di burro al riso. Aggiustate di sale e pepe e lasciate riposare per un minuto a pentola coperta.Servite il risotto all’aglio orsino nei piatti e guarnite con le foglie tagliate a striscioline.

Nessun commento:

Posta un commento