martedì 30 dicembre 2008

Concerto di capodanno con il danubio...blu!



E come finire e iniziare l'anno in bellezza? Ovviamente con le note del danubio blu! Ma qui non stiamo parlando di Strauss e musica, stiamo parlando 'de magnà'. Leggevo danubio ovunque ultimamente e mi chiedevo...ma cosa sarà mai questo danubio? Navigando in internet ho scoperto che il danubio impazza...tutte entusiaste, lo fanno in mille modi, dolce e salato. È una specialità napoletana, ma quì a Bolzano non si conosce molto e quindi mi sono lanciata anche io nel mondo del danubio, facendo proprio una gran scoperta! Gli amici erano entusiasti ed io pure, ognuno si staccava il suo paninetto ripieno e voilà la bocca piena! Ho seguito una delle ricette scovata su internet che mi piaceva di più e devo dire che al primo tentativo è venuto una meraviglia!


Ingredienti:

750 gr farina 00 (o se l'avete manitoba...é meglio),

3 uova,

2 patate medie,

2 lieviti di birra,

1 bicchiere di latte,

100 gr di burro

100 gr di parmigiano,

1 cucchiaino di zucchero,

4 cucchiaini di sale

Ripieno:

350 gr di formaggio tipo fontina (ma va bene anche il provolino dolce, io a casa avevo il formaggio Lagrein della Mila e sono venuti ottimi) e 350 gr di prosciutto cotto
1 uovo per spennellare


Procedimento:

Lessare le 2 patate.Tagliate il formaggio a cubetti e il prosciutto cotto a sfilaccetti o a cubetti. Aggiungere alla farina le due patate ancora calde ridotte a purea, il burro ammorbidito a cubetti, le uova, lo zucchero e il parmigiano grattugiato e un pò per volta il latte con all’interno disciolto il lievito. Iniziare ad impastare, aggiungere il sale e far unire tutti gli ingredienti. Poggiare il panetto su una spianatoia infarinata e far lievitare per circa 1 ora al coperto. Quando il panetto sarà raddopiato di volume, staccare tante palline di pasta ( circa una trentina). Stendere leggermente con le mani (non con il mattarello) ogni pallina come se fosse una pizzetta e farcirla con prosciutto e formaggio. Sigillare bene la pallina di danubio e proseguire con la farcitura delle altre palline.Man mano he preparate le palline poggiatele, in una teglia (meglio se circolare) abbastanza alta ricoperto di carta forno e distanziate le une dalle altre. Mettete il danubio a lievitare per 1 ora al caldo. Spennellare ogni pallina del danubio con un uovo sbattuto e infornarlo a 180° per 30/40 minuti circa. Lasciar intiepidire prima di servire in tavola.

lunedì 29 dicembre 2008

Le lasagne zucchine e crescenza


Mia mamma non si mette ai fornelli molto volentieri, ma a Natale da il meglio di se e sforna l'impossibile, lasagne di vari tipi e carni varie come una vera chef. Il suo piatto forte, quello per cui si chiede sempre il bis e comunque non si vede l'ora che arrivi il giorno dopo per rigustarselo (e il giorno dopo scaldato in forno è ancora più buono) è quello delle lasagne zucchine e crescenza. Mi sono fatta spiegare esattamente gli ingredienti da lei...non è per niente difficile e il gusto...ottimo!
Ingredienti (una teglia):
2 confezioni di Sfogliavelo Sottilissime Rana (o altra pasta sfoglia per lasagne molto fina)
1 kg e 1/2 di zucchine
1/2 chilo di crescenza cremosa
parmigiano a volontà
1 mozzarella
burro
olio
sale
pepe
Procedimento:
Saltare le zucchine con poco burro e olio, farle cucinare qualche minuto, quindi salarle e peparle. In un piatto mescolare velocemente la crescenza in modo che diventi una crema. Imburrare una teglia, versarci un po' di besciamella e procedere con il primo strato di sfoglia, versare uno strato di zucchine, besciamella, crescenza (qualche cucchiaio sparso qua e là, perché poi in forno si scioglie), qualche cubetto di mozzarella, parmigiano e procedere poi con l'altro strato di sfoglia. Continuare fino all'esaurimento degli ingredienti. Cospargere l'ultimo strato solo con besciamella, parmigiano e qualche fiocco di burro. Infornare a 180° per circa 20 minuti...controllare comunque la doratura delle lasagne.

domenica 28 dicembre 2008

Risotto di montagna



Dopo tutti questi dolci natalizi, finalmente un buon primo...un bel risottino funghi e scamorza! I funghi sono sempre quelli, i finferli freschi raccolti a settembre dai suoceri e congelati. Il profumo di bosco quando si scongelano pian piano si fa sentire eccome, pronti per essere cucinati!



Ingredienti:

300g di riso

1/2 bicchiere di vino bianco

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 scalogno

parmigiano

1 noce di burro,

1 e 1/2 lt di brodo vegetale

sale e pepe.

150 g di scamorza tagliata a dadini

Per la preparazione dei funghi:

300g di finferli freschi

1 mazzetto di prezzemolo tritato

1 spicchio d'aglio

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

½ bicchiere di vino bianco

sale

pepe

Procedimento:
In una padella soffriggete in un cucchiaio d’olio, l'aglio tagliato a metà (in modo da toglierlo a fine cottura) ed il prezzemolo a fuoco moderato, aggiungete i finferli salate, pepate, sfumate con il vino bianco, solo se occorre aggiungete poca acqua, lasciate cuocere per circa 15 minuti e teneteli da parte. Tritate lo scalogno finemente e fatelo appassire in 2 cucchiai d’olio d’oliva in una pentola capiente. Aggiungete il riso e tostatelo. Quando il riso diventa lucido e quasi trasparente, sfumate con il vino bianco. Bagnate di tanto in tanto con il brodo bollente. A metà cottura versate i funghi e mescolate sino a cottura ultimata. Regolate di sale e pepe e spegnete il fuoco. Mantecate con una noce di burro, parmigiano e la scamorza tagliata a dadini. Servite con una spolverata di prezzemolo.


martedì 23 dicembre 2008

Un dolce Natale a tutti!!



Oggi niente ricetta...semplicemente un piattino di biscottini natalizi fatti da me quest'anno, insomma un regalino virtuale per tutti quelli che seguono questo blog che è nato solo a fine ottobre e che in due mesi mi ha dato veramente tante soddisfazioni, non avrei mai creduto che potesse attirare tanta gente da varie parti d'Italia, era nato quasi per gioco ed ora continua ad esserlo ma con la consapevolezza che non lo sbirciano solo gli amici stretti e i parenti. Non essendo cuoca, sono contenta anche solo di poter dare qualche idea a chi una sera non sa cosa cucinare. Con questo piattino natalizio auguro a tutti un Dolce Natale!

domenica 21 dicembre 2008

Il mio primo panettone!!



Ma che soddisfazione si prova a creare il primo panettone? Devo ammettere che le aspettative non erano molte, mi sarei accontentata di qualsiasi risultato, e invece...che meraviglia, non avrei mai creduto! Man mano che cresceva in forno il mio cuore esultava, stavo creando un panettone vero e proprio, proprio come quelli comprati. Curiosando nei vari blog ero alla ricerca della ricetta giusta per me e l'ho trovata, quella che mi attirava più di tutte era quella della mitica blunotte che vi riporto così come l'ha riportata lei...ho modificato un po' il procedimento adattandolo alla Kenwood chef, ma il risultato è assicurato!
Ingredienti:

170g latte,
50g burro ammorbidito,
2 tuorli d'uovo,
80g zucchero,
170g farina 00,
170g manitoba,
1 cucchiaino di sale,
1cubetto di lievito di birra,
1 fialetta aroma all'arancia,
50g uvetta,
50g canditi
o in alternativa 100 g di gocce di cioccolato.

Procedimento:
Impastare con la Kenwood chef (frusta K) lo zucchero e il cucchiaino di sale con il burro ammorbidito, aggiungere quindi i tuorli d'uovo, la fialetta di arancia o limone, i due tipi di farina, sciogliere il lievito nel latte e inserire il tutto nel resto dell'impasto. Con il gancio impastare bene tutto per qualche minuto, tranne il cioccolato o i canditi e l'uvetta, far lievitare per piu' di un'ora fino al raddopio dell'impasto, se viene molle non vi preoccupate, è giusto così. Aggiungere poi le gocce di cioccolato (o l'uvetta e canditi), mettere nello stampo imburrato e far lievitare ancora per piu' di un'ora, poi infornare a forno non troppo caldo (cosi' continua la lievitazione per i primi minuti) a 180° per circa un'ora. Quando è cotto si vede perchè sopra diventa scuro come quelli che si comprano.
Il mio stampo in alluminio alto cm.10 e con un diametro di cm.18, ma si possono usare anche quelli usa e getta da panettone.

giovedì 18 dicembre 2008

E a Natale? Una bavarese ai cachi!!





Avete già pensato al dessert di Natale? Questa potrebbe essere un'idea carina da mettere in tavola il giorno del 25 dicembre, perché semplice e d'effetto, poi il gusto di cachi speziati alla cannella é assolutamente da gustare! Un'altra ricettina di Rosanna...un amore incondizionato il suo per il Natale...che con magia contagia anche chi le sta intorno!

Ingredienti per 4 persone:
250 g di panna da montare
4 fogli di gelatina
350 g di polpa di cachi molto maturi
100 g di zucchero
2 tuorli d'uovo
1 cucchiaino di cannella
1 pizzico di sale

Procedimento:

Montare la panna e metterla da parte. Mettere in ammollo i fogli di gelatina in acqua tiepida. Frullare la polpa di cachi, lo zucchero, i tuorli, la cannella e il pizzico di sale. Trasferire il tutto in una casseruola e portare ad ebollizione per 5 minuti continuando a mescolare. Unire la gelatina strizzata ed amalgamare frullando. Mettere il tutto in una ciotola e lasciar raffreddare. Una volta che il composto è freddo, aggiungere la panna montata e mescolare delicatamente. Puoi versare il composto in uno stampo unico o in piccoli pirottini: riporre in frigorifero per almeno 3 ore prima di servire. Guarnire a piacere con ciuffetti di panna montata e un poco di cannella in polvere o a bastoncini, oppure con cioccolato fuso e chicchi di melograno.

martedì 16 dicembre 2008

I Linzerini



E cosa ne dite di una bella crostata linzer da tagliare a quadratini in modo che diventino tanti biscotti? È il modo per farne tanti in poco tempo e comunque non è che risultino meno buoni degli altri, anzi!!! Anche questi come gli altri dovranno essere conservati in una bella scatola di latta per mantenerli a lungo…almeno fino a Natale!!! Se poi non volete tagliarla a biscottini, allora potete gustarvela come una classica crostata Linzer!

Ingredienti (per una teglia a cerchio da 26 cm)
280 g di burro
100 g di zucchero a velo
4 tuorli cotti
2 tuorli crudi
300 g di farina 00
50 g di farina di nocciole (nocciole tritate finemente)
1 cucchiaino di cannella
rum (poco o metà boccettina di essenza)
Per farcire:
400 g di marmellata di mirtilli rossi (o neri, risulta però più dolce)
zucchero a velo (facoltativo)


Procedimento:
Cuocere 4 uova sode, in modo da estrarre i 4 tuorli cotti. Impastare gli ingredienti inserendo nell’impastatrice e montando man mano prima il burro, poi lo zucchero a velo, i 4 tuorli cotti, i 2 tuorli crudi, la farina insieme alle nocciole tritate finemente, 1 cucchiaino di cannella e il rum. Impastare velocemente fino ad ottenere una pasta liscia. Tirare poco più della metá della pasta sottile 3-4 mm su una spianatoia ben infarinata e adagiarla su una tortiera imburrata o ricoperta alla base dalla carta da forno (tagliata esattamente della dimensione della tortiera). Spalmo sulla pasta tirata la marmellata. Tirare con il mattarello su una spianatoia ben infarinata anche l’altro panetto di pasta alto circa 4 mm, con un coltello tagliare listarelle da disporre molto vicine l’una all’altra sulla crostata (perché poi su ogni biscottino dovrà essere ben visibile l’incrocio delle listarelle). Infornare a 180 g per circa 25 minuti, controllare comunque sempre la cottura e fare in modo che non imbrunisca troppo. Spolverare con lo zucchero a velo, lasciare riposare un giorno intero e tagliare a quadretti il giorno dopo.

domenica 14 dicembre 2008

Spitzbuben



Insieme ai Vanillengipfel questi sono per eccellenza i biscotti tipici altoatesini natalizi. Possono essere farciti con qualsiasi tipo marmellata, meglio se fatta in casa, in genere viene utilizzata quella di albicocche, di fragole o di lampone. La ricetta è stata presa dal famoso Cucinare nelle Dolomiti...una garanzia!



Ingredienti:

400 g di farina

175 g di burro freddo

125 g di zucchero a velo

1 bustina di zucchero vanillinato

2 uova

scorza limone grattugiata



Per farcire:

marmellata a piacere (meglio se di albicocche e fragole o lampone)

zucchero a velo


Procedimento:

Setacciare la farina ed il lievito sulla spianatoia, formare una fontana aggiungere lo zucchero, lo zucchero vanillinato, la scorza di limone grattugiata, le uova e il burro freddo tagliato a pezzettini. Impastare velocemente gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia. Avvolgere la pasta in un foglio di pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per due ore. Stendere la pasta sulla spianatoia infarinata e fomare una sfoglia dello spessore di 3-4 mm. Con una metà della pasta ritagliare degli anelli, con l'altra metà dei dischetti della stessa grandezza. Disporre sulla placca ricoperta con carta da forno. Cuocere in forno a 180° per circa 10 minuti. Far raffreddare. Cospargere gli anelli con lo zucchero a velo. Spalmare i dischetti con la marmellata e ricoprirli con gli anelli.

giovedì 11 dicembre 2008

Lebkuchen a forma di Brezel


Un biscotto tipico tedesco, um mix di spezie natalizie: cannella, chiodi di garofano, zenzero e limone. Di solito i Lebkuchen nel sacchettino di St. Nikolaus il 6 dicembre accompagnano il carbone (se si è stati cattivi) o i vari dolcetti (se si è stati buoni). Si possono fare di varie forme, tonde, a cuore, a forma di omino. La ricetta originale non potevo che prenderla dal mio libro di cucina preferito: Cucinare nelle Dolomiti!
Ingredienti:
500 g di farina di frumento
250 g di farina di segale
20 g di bicarbonato
300 g di miele
200 g di zucchero
1 uovo
2 tuorli d'uovo
200 g di burro
1/2 scorza di limone
1 bustina di zucchero vanillinato
1 bustina di spezie per il panpepato (oppure 3 g di cannella in polvere, 2 g di chiodi di garofano in polvere,1 g di zenzero macinato, 2 g di scorza di limone).
latte per spennellare
Procedimento:
Mescolare le due farine e il bicarbonato. Scaldare leggermente miele e zucchero, aggiungerci le uova, il burro ammorbidito, la scorza di limone, lo zucchero vanillinato e le spezie, impastare poi il tutto insieme alle farine e al bicarbonato. Far riposare l'impasto in frigorifero per almeno 3 ore. Stendere la pasta sulla spianatoia e formare una sfoglia spessa 3-4 mm. Ritagliare i biscotti con uno stampino a piacere e disporli sulla placca da forno. Spennellare con il latte e infornare a 180° per circa 10 minuti.

mercoledì 10 dicembre 2008

La casetta di Natale!



Beh…non ditemi che questa casetta non è carina!!! La Rosanna ne sa sempre una più degli altri in fatto di decorazioni varie e per la cena di natale a casa sua, ci ha stupito con una casetta fatta di sfoglia (Hänsel e Gretel hanno il diabete, che ci volete fare?). Un’idea veramente originale che potete mettere in tavola per le vostre cene natalizie! E come poter festeggiare meglio il famoso engele bengele (scambio di regalini prenatalizio a sorpresa), tra 4 amiche davanti a una casetta natalizia cosí deliziosa?

Ingredienti:
2 rotoli di pasta sfoglia
zucchero a velo (a piacere)

Materiale:
20 nastrini di raso rosso sottile
1 candelina
1 stampino per biscotti a forma di alberello


Procedimento:
Tagliate dal primo rotolo di pasta sfoglia 4 quadrati da 12 cm. di lato (le pareti della casetta). Con il beccuccio di un sac a poche (o un imbuto), praticate 4 fori in prossimità degli angoli dei 4 quadrati di sfoglia (attraverso i fori passeranno i nastrini per legare le pareti della casetta). Al centro di ogni quadrato ritagliate la sagoma dell’alberello con lo stampino. Dal secondo rotolo di pasta sfoglia ricavate 2 rettangoli da 10*14 cm (il tetto della casetta). Praticate i 4 fori agli angoli.
Scaldate il forno a 200° e cuocete le sfoglie per circa 10 minuti finché la pasta non sarà dorata (tenere sempre sotto controllo perché si brucia facilmente). Sfornate, fate raffreddare e legate i quadrati di sfoglia con 8 nastrini rossi facendoli passare attraverso i fori, ottenendo il cubo. Legate allo stesso modo i rettangoli di sfoglia, prima tra loro e poi con gli altri quadrati, ottenendo il tetto della casa. Poggiate la candelina su un vassoio e appoggiatevi sopra la casetta di sfoglia. Per creare l’effetto neve spolverizzate il tetto della casetta con un po’ di zucchero a velo (facoltativo). Con la pasta sfoglia rimasta potete creare con varie formine diverse da infornare: stelline, cuoricini e tutto ciò che volete, da aggiungere volendo vicino alla casetta o sul tavolo per decorare.

martedì 9 dicembre 2008

Brutti ma buoni








…che poi mica sono cosí brutti come si pensa!!! Oggi un biscotto gustosissimo e facilissimo, anche perché non bisogna sempre puntare all’estetica, no? Pochi ingredienti dalla resa perfetta, le nocciole quí fanno da padrone!

Ingredienti:

500 g d zucchero
500 g di granella di nocciole
250 g di albume

Procedimento:
Montate a neve l’albume, mettetelo in una pentola e fatelo cuocere su fuoco medio insieme allo zucchero e alla granella di nocciole affinché l’impasto non si asciughi un po’. Spegnete il fuoco e munitevi di due cucchiaini, con uno prendete un po’ di impasto, con l’altro spingete l’impasto sulla carta da forno, in modo che si creino dei piccoli mucchiettini uno vicino all’altro.
Infornate a 190° per circa 10 minuti (comunque affinché i biscotti risultino bruni).

lunedì 8 dicembre 2008

Mi dai un bacio?






…ma mica un bacio vero! Un bacio di dama! Questi biscottini hanno una forma invitante, nel piattino natalizio di solito sono sempre i primi che spariscono, proprio perché oltre che buoni risultano anche simpatici da vedere.


Ingredienti:


250 g di zucchero semolato
250 g di farina di mandorle bianche
250 g di burro
250 g di farina
Cioccolato fondente




Procedimento:
Impastare gli ingredienti molto bene. Con l’impastatrice lavorare prima il burro con lo zucchero poi incorporare le due farine. Il composto risulterà granuloso e un po’ difficile da lavorare. Stendere la pasta molto grossa e con uno stampino molto piccolo (il più piccolo della serie degli stampini, circa 2 cm) creare dei cerchietti di pasta. Lavorare con le mani ogni cerchietto in modo da dargli la forma di una pallina (avendo creato i cerchietti di pasta con lo stampino, le palline risulteranno tutte uguali). Se non si ha lo stampino si creano dei rotolini spessi un dito e si tagliano degli gnocchi, poi si creano le palline. Adagiare sulla carta da forno e infornare a 180° (forno preriscaldato) per circa 7-8 minuti. In forno le palline si appiattiscono nella parte inferiore, risulta così comodo effettuare l’operazione successiva.
Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, o nel forno microonde. Bagnare una pallina con il cioccolato sciolto (dalla parte piatta) e unirla ad un’altra pallina, quando il cioccolato si raffredderà le palline resteranno unite … pronto il bacio di dama!

domenica 7 dicembre 2008

Vanillengipfel


Questi morbidi biscottini che si sciolgono in bocca non possono mancare a Natale!! Il sapore di vaniglia e nocciola (o mandorla, o mandorla+nocciola…a seconda dei gusti), è una delizia per il palato. Sono semplicissimi…l’importante è riuscire a prendere una buona manualità per fare dei bei cornettini, non dovete fare altro che creare una pallina allungarla con le mani e creare il cornetto. La ricetta di questi Vanillengipfel è stata presa da un libro che vi consiglio vivamente: Cucinare nelle Dolomiti.

Ingredienti:
280 g di farina 00
210 g di burro
60 g di zucchero
1 bustina di zucchero vanillinato
100 g di farina di nocciole (o di mandorle , oppure 50 g di farina di mandorle+ 50 g di farina di nocciole)
Per cospargere:
2 cucchiai di zucchero
3 bustine di zucchero vanillinato

Procedimento:
Amalgamare bene tutti gli ingredienti con la macchina impastatrice, (se non si ha la macchina impastatrice, setacciare la farina, aggiungere il burro freddo tagliato a pezzettini, lavorare fino a quando la farina ed il burro si saranno amalgamati bene. Aggiungere lo zucchero, lo zucchero vanillinato, la farina di nocciole,o di mandorle, o di mandorle+nocciole) fino ad ottenere una pasta liscia. Lasciare riposare in frigorifero per mezz’ora. Con le mani infarinate formare dei rotolini e tagliarli come degli gnocchi- Formare quindi con ogni gnocco una pallina, sfregarla tra le mani in modo da allungarla e piegarla a cornetto. Disporli sulla placca ricoperta con carta da forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti. Togliere i cornetti dal forno, farli raffreddare per 2 minuti, passarli nello zucchero vanigliato misto a quello semolato.

venerdì 5 dicembre 2008

Dalla Sicilia con furore...



...le paste di mandorla!!! Quante volte vi è capitato di mangiare una pastina di mandorla? A me tantissime...forse proprio perché ho il nonno e zie siciliane...ma credo che quasi tutti nella vita le abbiano provate...inconfondibile il sapore, però non piacciono a tutti perché sono abbastanza dolci! Prima di iniziare a farle vi dico che se non avete un'impastatrice tipo Kenwood o simili, sarà molto dura avere un buon risultato e risulterá molto difficile lavorare l'impasto.

Con queste quantità ne vengono tante...magari si possono dimezzare le dosi.

Ingredienti:

1 kg di farina di mandorle bianche

1,5 kg di zucchero

1 cucchiaio di miele

albume quanto basta (aggiungerne 2 alla volta)

Procedimento:

Mixate zucchero, farina di mandorla e miele, gli albumi vanno aggiunti a due a due e montati insieme agli altri ingredienti pian piano, dovete continuare ad aggiungerli finchè il composto non risulterá abbastanza morbido da poter essere lavorato con un un sac a poche e riuscire a fare delle formine con la bocchetta a stella. Volendo ad una parte del composto potete aggiungere dei granelli di pistacchio o anche farina di pistacchio. Se aggiungete i granelli, mi raccomando usate la bocchetta liscia del sac a poche, altrimenti si incastrano. Con le forme vi potete sbizzarrire, e potete decorarli come volete (frutta candita, nocciole, mandorle eccc). Una volta preparati vanno tenuti 1 notte a temperatora ambiente in modo che si formi una crosticina e cotti il giorno dopo a 200°-210°, finchè non imbruniscono un po'. Fateli raffreddare bene prima di toglierli dalla carta forno.

mercoledì 3 dicembre 2008

Sperribs speziate





Abbiamo voglia di mangiare con le mani? Beh…allora non c’è niente di meglio delle costolette di maiale o più comunemente in Alto Adige (deutsch) Sperribs! Ma perché mangiarle sempre alla stessa maniera? Proviamo a speziarle un po’ in modo diverso!

Ingredienti:

700 g di Sperribs (costolette di maiale intere o tagliate)
1 cucchiaino di tabasco rosso
2 cucchiai di Worcester Sauce
1 cipollotto fresco (o ½ cipolla bianca)
5 foglie di salvia
sale e pepe

Procedimento:

In una terrina mischiate il cipollotto tritato, il tabasco, la Worcester Sauce, la salvia tagliuzzata e l’olio; salate le costine di maiale e poi massaggiatele con la salsa preparata sempre nella terrina. Scaldate la griglia e grigliatele. Volendo potete anche cuocerle in forno per circa 25 minuti a 200° ventilato e gli ultimi minuti attivare la funzione grill.

martedì 2 dicembre 2008

vous voulez pâté?

Immancabile la Rosanna con le sue ricette bimby. E devo dire che con il bimby i paté vengono meravigliosamente bene (questi in foto li ha fatti proprio lei)! Io che non appartengo alla ‘bimby Community’, proveró comunque a scopiazzare qualche ricetta e la testerò con i metodi tradizionali (mixer, frullatori, pentole, padelle), il risultato sarà lo stesso? Chi lo sa, intanto proviamo a fare questi paté e frulliamo gli ingredienti!! Li accompagneremo con delle focaccine, crostini, pane tostato o quant’altro!


Pate’ di ceci all’araba
Ingredienti:

250 gr. di ceci in scatola (scolati)
2 cucchiaini di cumino in polvere
1 spicchio d'aglio
50 gr. di succo di limone
50 gr. di olio extravergine di oliva
sale q.b.
3 cucchiaini di sesamo

Procedimento:
Fai tostare i semi di sesamo con l’olio e l’aglio intero (da togliere a fine cottura), trasferisci il tutto nel mixer. Aggiungi i ceci scolati, il succo di limone, il cumino e trita con il mixer finchè non ottieni una pasta abbastanza liscia. Metti in un vasetto, copri con olio, e conserva in frigorifero.
Si può usare anche per farcire pomodorini.


Pate’ di olive nere
Ingredienti:
300 gr.di olive nere snocciolate e cotte al forno
4-5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di origano
sale quanto basta
2 cucchiai di olio per coprire

Procedimento:
Inserisci nel mixer, le olive e l'aglio per 20 secondi circa. Raccogli il tutto con la spatola sul fondo del boccale e unisci 4-5 cucchiai di olio, il sale, l'origano e amalgama per 1 minuto con il mixer.
Metti in un vasetto, copri con olio, e conserva in frigorifero. E' ottimo anche per tartine e per condire spaghetti.


Pate’ di pomodorini secchi
Ingredienti:
100 gr di pomodori secchi sott'olio
1 cucchiaino di origano
90 gr di olio extravergine di oliva
sale q.b.

Procedimento:
Inserisci nel mixer con lame in movimento i pomodorini per 20 secondi circa Raccogli il tutto con la spatola sul fondo del boccale e unisci 4-5 cucchiai di olio, l'origano e amalgama per 1 minuto con il mixer. Metti in un vasetto, copri con olio, e conserva in frigorifero. E' ottimo per tartine e per condire spaghetti.

lunedì 1 dicembre 2008

Neve noci e cannella!




Ma quanto è buono il profumo di cannella in forno? Profuma tutta la casa … altro che essenze varie!! Mettetevi a fare biscotti, vedrete che goduria … anche per i vostri vicini! Oggi primo giorno di dicembre, i fiocchi di neve non accennano ad arrestarsi e allora non c’è niente di meglio che provare a fare un altro tipo di biscottino, questa volta alle noci e cannella!


Ingredienti:

300 g di farina
150 g di burro freddo
1 presa di lievito
100 g di noci macinate
200 g di zucchero a velo
1 cucchiaino di cannella in polvere
2 uova
1 cucchiaio di latte
Per farcire:
tuorlo, latte, acqua, noci tagliate a metà


Procedimento:
Impastate gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia. Avvolgete la pasta nel domo pack e lasciate riposare in frigo per 30 minuti. Successivamente stendete il composto su una spianatoia infarinata con uno spessore di 3-4 mm, ritagliate i biscotti con le formine, disponeteli sulla placca ricoperta con carta da forno. Sbattete il tuorlo con qualche goccia di latte e poca acqua e spennellate i biscotti. Guarnite ogni biscotto con mezza noce.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 10-15 minuti.