martedì 9 febbraio 2010

Un bis di torta caprese




Perché un bis? Semplicemente perché era talmente tanto che volevo provare a rifarla che non mi sono accontentata della ricetta che avevo giá testato anni fa, ma ho voluto sperimentarne anche una nuova, all'amaretto. La foto è solo una perché ovviamente mi sono venute identiche, una solo un po' più alta dell'altra. La torta caprese è una specialità di Capri, ma comunque molto diffusa in tutta la penisola sorrentina e nella costiera amalfitana. E' una torta adatta anche a chi non può ingerire glutine vista l'assenza di farina.

Torta caprese 1 (ricetta da sky)
Ingredienti:
200 g di burro
200 g di cioccolato fondente
200 g di mandorle tritate finemente
200 g di zucchero a velo
4 tuorli
4 albumi
25 g di cacao
zucchero a velo per decorare
Procedimento:
Sciogliete il cioccolato ed il burro a bagno maria e lasciate intiepidire. Montate a lungo i tuorli con lo zucchero ed un pizzico di sale: devono almeno raddoppiare di volume. Unite il cioccolato ed il burro ormai tiepidi e le mandorle tritate finemente e il cacao. Montate gli albumi a neve fermissima, versateli sul composto già preparato ed incorporateli delicatamente per non smontarli (con una frusta a mano, movimenti circolari dall'alto verso il basso). Versare il tutto in uno stampo ben imburrato e cosparso di cacao amaro e cuocete in forno già caldo a 170 gradi per 35 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire per dieci minuti, quindi sformate delicatamente e spolverate subito con dello zucchero a velo.
Torta caprese 2 all'amaretto
Ingredienti:
250 g di mandorle tritate finemente
100 g di amaretti tritati finemente
250 g di cioccolato fondente
200 g di burro
200 g di zucchero a velo
6 uova medie
4 cucchiai di Amaretto di Saronno (io ho usato una crema di mandorle alcolica)
1 pizzico di sale
per lo stampo:
q.b. di burro
q.b. di cacao amaro
per decorare:
q.b. di zucchero a velo
Procedimento:
Sciogliete il cioccolato ed il burro a bagno maria e lasciate intiepidire. Montate a lungo i tuorli con lo zucchero ed un pizzico di sale: devono almeno raddoppiare di volume. Unite il cioccolato ed il burro ormai tiepidi, le mandorle tritate, gli amaretti tritati con il minipimer e l’Amaretto di Saronno o il liquore alle mandorle. Montate gli albumi a neve fermissima, versateli sul composto già preparato ed incorporateli delicatamente per non smontarli (con un cucchiaio di legno a mano, movimenti circolari dall'alto verso il basso). Versare il tutto in uno stampo ben imburrato e cosparso di cacao amaro e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti. I bordi dovranno risultare cotti, si staccheranno leggermente dai bordi dello stampo. Sfornate, lasciate intiepidire per dieci minuti, quindi sformate delicatamente e spolverate subito con dello zucchero a velo.

9 commenti:

  1. buona la caprese, amo gli amaretti e li metterei ovunque, quindi proverò questa bella ricetta. Ciao!

    RispondiElimina
  2. Buonissima la caprese...proverò a fare entrambe le versioni e cercherò di non far passare troppi anni tra l'una e l'altra...per le foto non ti preoccupare, basta quella che hai a farci capire quanto ti è uscita buona...complimenti davvero, di cuore...un baciotto Luciana

    RispondiElimina
  3. Mai assaggiata! ma anche solo a leggere la ricetta...come non desiderarla con tutte le forze? Un abbraccione :-)

    RispondiElimina
  4. Non so quale scegliere!!! dubbio amletico...
    Sono entrambe una delizia!

    RispondiElimina
  5. @Mary e Federica:grazie!

    @Acquolina: pure io li adoro ed é per quello che non ho resistito alla tentazione!

    @Luciana:hahhaah...hai ragione, far passare troppi anni non è una buona idea!!!Baci

    @Eli:falle entrambe...e poi decidi!!!hi hi hi!

    RispondiElimina
  6. buonissime...non saprei che versione scegliere!!!

    VALE

    RispondiElimina
  7. Grazie mille per le ricette, anche la mia mamy ringrazia :) le legge e prova anche lei, sono fantastiche!!! Proviamo di certo quella all'amaretto.. ci ispira proprio..

    RispondiElimina