venerdì 27 novembre 2009

I tortellini dell'Anita



Voi vi immaginate una dominicana alle prese con i tortellini? No...ovviamente!!! E invece esiste...ma il trucco c'é...è a Modena da una vita e sa fare i tortellini meglio di una modenese d.o.c!! Ieri ho preso lezione di tortellini da lei...l'Anita...mitica!!! Con il suo modenese sudamericano mi fa impazzire...i suoi 'Zio Bo' ti fanno spataccare dalle risate! Ed è cosí tra una risata e l'altra che ho imparato (per modo di dire...mi devo ancora esercitare bene!) a fare i tortellini. Nella foto c'é qualche tortellino mio...i fatti peggio, e qualche tortellino suo...ovviamente gli impeccabili! Mi ha dato la ricetta per sfamare una scuola intera ...è abituata a farne in grandi quantità...io per fare tutti quei tortellini mi dovrei prendere una settimana di ferie!! La cosa bella è che si possono congelare...e quindi li fate una volta e poi non ci pensate più! Eccovi la ricetta dei tortellini di carne che l'Anita fa in quel di Modena!


Ingredienti per una marea di tortellini:

Per la pasta:

2 kg di farina

20 uova grandi

Per il ripieno prima fase:

1 kg di carne a cubetti (metà manzo, metà maiale...carne buona senza grasso dal macellaio)

1 carota

1 cipolla

una gamba di sedano

125 g di passata di pomodoro

1 dado

sale

pepe bianco

un pizzico di zucchero

1 cucchiaio d'acqua

Per il ripieno seconda fase:

1 kg di parmigiano reggiano grattugiato 24 mesi

1 uovo

noce moscata
2-3 cucchiai di pangrattato


Procedimento:

Per il ripieno 1 fase:

Mettere tutti gli ingredienti del ripieno prima fase in una pentola (ovviamente tutte le verdure e la carne tagliate a cubetti) e far cucicinare per circa 1 ora e mezza.

Per il ripieno 2 fase:

Mettere tutto il cucinato in un mixer e tritare ben bene tutto. Aggiungere il parmigiano, la noce moscata, l'uovo, il pangrattato e mescolare ben bene il tutto con le mani, finchè risulti compatto e omogeneo.

Per la pasta:
Disponete la farina a fontana su una spianatoia, unite le uova. Battete le uova con una forchetta facendo via via incorporare la farina, impastate bene fino ad ottenere una pasta omogenea e vellutata. Tirate la pasta fino al nr. 5 in modo che sia bella fina, ponetela su una tavola di legno e aiutandovi con la rotellina create dei quadratini di circa 3 cm per 3 cm.
Creazione del tortellino
Create delle palline piccolissime di carne e ponetele al centro del quadratino di pasta, unite i lembi in modo che si formi un triangolo.Si fanno aderire bene i bordi e si arrotola la base del tortellino verso l'alto. Si congiungono le estremità ad anello, avvolgendo il tortellino attorno al dito indice.

mercoledì 25 novembre 2009

Pennette in scodella di melanzane


Un'idea carina quando avete ospiti può essere quella di rivestire delle coppette con le melanzane su cui andrete poi a servire un bel piatto di pasta...ovviamente alle melanzane! Ho riadattato a modo mio una vecchia ricetta che avevo trovato in un libro tempo fa e questo il risultato! Comodo il fatto che possiate rivestire le coppette in anticipo, cosí all'arrivo degli ospiti potete concentrarvi solo sul resto!


Ingredienti:

400 g di pennette
400 g di polpa di pomodoro
2 melanzane grosse
2 mozzarelle a dadini
1 spicchio d’aglio
½ cipolla
olio
sale
pepe
origano

Procedimento:
Affettate due melanzane, quella che servirà per la copertura del piatto sottilissima e l’altra, quella che servirà per il sugo, più grossa, cospargetele di sale grosso e lasciatele in uno scolapasta per due orette. Sciacquate le fette di melanzane e asciugatele ad una ad una. Utilizzare metà delle fette crude (le più fine) per ricoprire bene la scodella (come nella foto…andate a ricoprire bene anche l’interno) in cui poi verrà versata la pasta. Tagliate il resto delle melanzane a cubetti. Soffriggete nell’olio l’aglio e la cipolla, aggiungeteci la polpa di pomodoro, l’origano, salate, pepate e fate andare il sughetto per un po’. Nel frattempo in un’altra pentola fate saltare le melanzane a cubetti e una volta cotte aggiungetele al sugo. Portate a bollore l’acqua e fate cuocere la pasta, scolatela e fatela saltare con il sugo. In ogni scodella versate a strati un po’ di pasta, un po’ di cubetti di mozzarella, poi ancora pasta, finite con i cubetti di mozzarella e una spolverata di origano.

giovedì 19 novembre 2009

Torta cioccolato pere e cocco



L'altro giorno mi è capitato di vedere per caso una ricetta nella rubrica 'Cotto e Mangiato' della Parodi e mi sono detta...carina...facilissima, devo provarla sicuramente! Nemmeno il tempo di pensarlo e ieri la suocera mi ha fatto trovare proprio la torta di cioccolato pere e cocco della Parodi...che telepatia!! La ricetta potete trovarla direttamente sulla rubrica di Cotto e Mangiato, ma ve la ripropongo!


Ingredienti:

3 uova
100 gr di zucchero
250 gr di farina
20 gr di cacao amaro
2 dl di olio di semi di arachidi
una bustina di lievito
un pizzico di sale
4 pere
3 cucchiai di cocco disidratato


Procedimento:

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere e mescolare la farina a cacao e lievito e unirlo all’impasto. Aggiungere un pizzico di sale e due cucchiai di cocco. Stendere l’impasto in una tortiera foderata di carta forno. Sbucciare le pere, tagliarle a spicchi e poi a fettine sottili. Mettere le fettine nell’impasto formando un motivo a raggiera, spolverizzare ancora con un cucchiaio di cocco e uno di zucchero e cuocere in forno a 180° per 30 minuti.

venerdì 13 novembre 2009

Con il philadelphia? Faccio le pizzette!


Ebbene si, non si tratta di pizzette al philadelphia cioè della solita pasta della pizza con sopra pomodoro e philadelphia...no no no, si tratta proprio di pizzette di philadelphia, questo speciale formaggio cremoso insieme alla farina fa proprio parte dell'impasto e non deve nemmeno lievitare...incredibile vero? Beh, nemmeno io ci credevo ed é per quello che ho subito voluto provare a sperimentare! Ma, mi sono dovuta ricredere all'assaggio della prima pizzetta, non vi sto nemmeno a raccontare quanto ero curiosa di assaggiarla, ero lì daiiiiiiiiiii fornooooooooooo sbrigatiiiiiiiiiiii!!! Questa originale ricettina l'ho trovata in questo blog molto carino!

Ingredienti:

Per l'impasto:
250 gr di farina
250 gr di philadelphia
50 gr di burro
sale q.b.
Per il condimento:
passata di pomodoro
sale
mozzarella a cubetti
origano

Procedimento:
Mettere la farina, il philadelphia, il burro e il sale nella ciotola del mixer e farlo andare finchè il composto non diventi una bella pallotta. Qualora l'impasto fosse ancora troppo appiccicoso, aggiungere poca farina. Lavorare brevemente l'impasto a mano, quindi avvolgerlo nella pellicola trasparente e metterlo in frigo per una ventina di minuti. Nel frattempo scaldare il forno a 200°. Su di una spianatoia infarinata, stendere la pasta con il mattarello ad uno spessore di mezzo cm e formare dei dischetti con un coppapasta. Disporre i dischi su di in una teglia rivestita di carta da forno e condire ciascuno con un cucchiaio di passata di pomodoro precedentemente insaporita con l'origano. Infornare le pizzette per 5 minuti, poi tirarle fuori, cospargerle con la mozzarella tagliata a piccoli cubetti e infornare nuovamente per 10 minuti circa (ma dipende molto dal forno il tempo di cottura).

martedì 10 novembre 2009

Coda di rospo gratinata


Questa una ricetta semplicissimamente semplice...basta avere della buona materia prima e cioè una bella coda di rospo fresca fresca (se vi è più comodo fatevela tagliare dal pescivendolo a fette si cucinerà più velocemente e riuscirete a fare meglio le porzioni). Poi tutto il resto non è nulla di che, basta preparare la gratinatura e infornare...vi posso assicurare che farete un figurone anche quando avrete tanti ospiti
Ingredienti:
1 coda di rospo (oppure fatevi tagliare dal pescivendolo le fettine già pronte)
olio
sale
pepe
prezzemolo tritato
pomodorini
aglio tritato (facoltativo)
parmigiano grattugiato
pangrattato (parmigiano e pane in parti uguali)
olio d'oliva
Procedimento:
In una terrina mescolate pangrattato, parmigiano, sale, pepe, aglio (facoltativo) e prezzemolo. Aggiungete l'olio d'oliva e mescolate (deve risultare un impasto a ''granelli''), poi cospargete sulla coda rospo che avrete adagiato sulla carta da forno (o sulle fette di coda di rospo). Distribuite dei pomodorini tagliati in due ed infornate a circa 180°C per circa 40/45 minuti (se la coda di rospo é tagliata a fette riuscite a cucinarla nella metà del tempo). E' cotta quando la lisca centrale (unica) si toglie perfettamente.

venerdì 6 novembre 2009

Lo Strudel altoatesino




Eccoci finalmente ad uno dei dolci che preferisco, quello che ormai faccio da anni perchè ne vado praticamente matta...lo strudel...quello originale qui del Südtirol, quello che si trova normalmente nei masi, quindi non fatto di pasta sfoglia (si...si trova anche quello, ma meno), ma fatto di pasta frolla...una pasta frolla adatta per questo tipo di strudel. La ricetta l'ho presa dall'immancabile So kocht Südtirol, ma ho un po' modificato le dosi, per esempio ho un po' diminuito il quantitativo di mele perché me ne avanzavano sempre un po'. Buono strudel a tutti!!

Ingredienti:

Pasta frolla per strudel
125 g di burro
125 g d zucchero a velo (o zucchero normale)
1 presa di scorza di limone grattugiata
1 bustina di zucchero vanigliato
1 Cucchiaio di latte
1 uovo
250 g di farina

1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale

Per il ripieno

450 g di mele
50 g di zucchero
50 g di pane grattugiato abbrustolito nel burro
40 g di uva sultanina
20 g di pinoli
1 Cucchiaio di rum (o metà essenza) (se si vuole si può anche evitare il rum, dipende dai gusti)
1 bustina di zucchero vanigliato
½ cucchiaino di cannella in polvere
1 presa di scorza di limone

uovo per spennellare lo strudel
zucchero a velo per spolverare

Procedimento:

Tagliare le mele a fettine sottili e poi a dadini, mescolarle allo zucchero, al pane grattugiato abbrustolino in un po' di burro, all’uva sultanina, ai pinoli, al rum, allo zucchero vanigliato, alla cannella e alla scorza di limone.
Scaldare il forno. Stendere la pasta su una spianatoia infarinata (40*26 cm) (o anche direttamente sulla carta da forno che sicuramente più comodo) e deporla poi su una teglia imburrata o rivestita con della carta da forno. Posare poi il ripieno di mele sulla pasta e ripiegare lo strudel (aiutarsi direttamente con la carta da forno, perché la pasta è molto molla e si fa fatica). Spennellare la superficie dello strudel utilizzando un uovo sbattuto, decorarlo con la pasta rimasta e cuocerlo in forno. Spolverare lo strudel con lo zucchero a velo.

Temperatura di cottura:180 gradi
Tempo di cottura:35 minuti

Insieme allo strudel servite della salsa alla vaniglia o panna montata.

martedì 3 novembre 2009

Capesante gratinate



Ahhhhh...quanto adoro le capesante gratinate!!! Semplici, veloci...un po' care...ma vabbè, una volta ogni tanto si possono mangiare, no? Per un antipastino semplice semplice non dovete fare altro che andare in pescheria, comprare un po' di capesante possibilmente fresche, comprare pangrattato, parmigiano, prezzemolo e...tutto il resto lo avrete sicuramente a casa!! Daiii...cosa aspettate...tutte in pescheria!!!

Ingredienti:

12 capesante
1 mazzetto di prezzemolo
40 g di pan Grattato
60 g di formaggio grana
1,5 dl di Olio extravergine
sale q.b.
pepe q.b.
poco burro (facoltativo)

Procedimento:

Lavate bene le capesante, togliete la parte filamentosa e quella più scura, facendo scorrere molta acqua per eliminare la sabbia. Asciugate bene e pepate. Mescolate in una ciotola il pan grattato ed il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato, unite l'olio ed amalgamate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una farcia. Disponete tutte le capesante in una teglia e copritele con il composto di pan grattato e formaggio. Prima di infornare se volete mettete un po' di burro (poco) al centro di ogni capasanta. Mettetele in forno preriscaldato a 200° per circa 10 minuti, quindi servite.