giovedì 31 gennaio 2013

Maccheroncini fatti in casa e tagliatelle rustiche alla zucca salsiccia e funghi


La miglior pasta è sicuramente quella fatta in casa.Il sapore e la fragranza di un piatto fumante di pasta all'uovo non ha eguali. Per di più dilettarsi a fare la pasta fatta in casa è uno vero spasso, soprattutto se si possiede una bella impastatrice ed un torchio che permette di fare in pochissimo tempo dei maccheroncini di pasta all'uovo semplicemente divini! Ho provato la stessa ricetta, sia con i maccheroncini fatti da me (e l'aiuto non indifferente di mio marito...divertentissimo vederlo all'opera) che con delle tagliatelle squisite allo Schüttelbrot (pane di segale croccante) trovate per caso in un negozietto di Bolzano. Beh con entrambi i tipi di pasta devo dire che la ricetta rende un bel po'! E per la ricetta devo ringraziare una mia amica ...Luana che ad una cena a casa sua mi ha fatto provare questo sughetto di zucca, funghi e salsiccia direi squisito!!!

Ingredienti:
Per i maccheroncini (da fare obbligatoriamente con il torchio e la Kenwood major o simili):
300 g di farina di semola
200 g farina 00
210/230gr liqiudo ( in un "bicchiere misurino" metto due uova medie e aggiungo un po' d'acqua fino a raggiungere i 210/230 gr di liquido)
il tutto secondo me viene meglio se le uova sono a temperatura ambiente e l'acqua e' tiepida, deve risultare granuloso ma non secco,a volte la faccio solo con farina e acqua tiepida.
Per il sugo:
cipolla
zucca
salsiccia
funghi
rosmarino
sale
pepe
vino bianco
olio
Parmigiano

Procedimento:
Una volta fatta la pasta con il torchio (oppure potete usare qualsiasi tipo di pasta ovviamente), preparate il sugo. Tagliate a dadini la cipolla e fatela saltare nell'olio, quindi aggiungete i funghi, la salsiccia fate andare un po' e sfumate con il vino bianco, dopodiché aggiungete la zucca a dadini, il rosmarino, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere finché tutti gli ingredienti hanno raggiunto la loro cottura ottimale. Lessate la pasta, conditela con il sugo preparato e una bella manciata di parmigiano...buon appetito!

martedì 22 gennaio 2013

Gnocchi al cappuccio rosso


Vi ricordate che tempo fa vi avevo postato la ricetta dei cappucci rossi affogati? Con la stessa ricetta, tritandone una parte si possono condire gli gnocchi e vi garantisco che il risultato è ottimo! L'accostamento degli gnocchi al cappuccio rosso me lo sono inventato, ed è stata una bellissima scoperta. Una buona ricetta invernale e se volete una buona spolverata di parmigiano reggiano alla fine ci sta sempre!

Ingredienti:
400 g di gnocchi
1 Cappuccio rosso
sale
olio
1 mela
1 patata
100 gr di pancetta dolce a striscioline
Parmigiano Reggiano

Procedimento:
Si prende un cappuccio rosso, lo si taglia molto sottile e lo si mette in pentola a cucinare a fuoco lento insieme a un pizzico di sale e un filo di olio, una mela piccola, una patata cruda tagliata a pezzetti e striscioline di pancetta dolce. . La cottura deve avvenire a fuoco lento nella loro acqua che rilasciano, sennò rimangono duri. Quando i cappucci sono cotti, dopo oltre un'ora, si trita metà composto, e lo si mette come base per gli gnocchi, il resto dei cappucci si fa saltare insieme agli gnocchi lessati e condire con il parmigiano.

martedì 15 gennaio 2013

Riso cantonese


Più che un classico della cucina cinese direi un classico dei nostri ristoranti cinesi qui in Italia, perchè effettivamente non sono così certa che in Cina sia così famoso come piatto. A Chinatown a New York per esempio il riso alla cantonese non l'ho trovato in nessun menù che mi sia capitato sott'occhio...mah! Resta il fatto che qui in Italia sia molto conosciuto forse proprio perché somiglia molto ad un classico riso italiano e tutti gli ingredienti sono semplici. Comunque sia che che sia effettivamente cinese o meno a me piace molto, anche se al ristorante non lo ordino mai, preferisco piatti più 'China', il riso cantonese me lo faccio a casa in poco tempo!

Ingredienti

1 cipolla media
6 cucchiai di olio di semi di arachide
250 g di piselli
125 g di prosciutto cotto a dadini
250 g riso basmati
sale
salsa di soia
3 Uova
Procedimento:
Cuocete il riso in abbondante acqua salata. Nel frattempo cuocete i piselli al vapore o in acqua e spegnete il fuoco quando saranno ancora al dente e di un bel verde brillante. Tritate la cipolla molto finemente, poi sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale e aggiungete la cipolla tritata. Strapazzate le uova in un wok con due cucchiai di olio di semi, facendole cuocere molto bene. Una volta pronte trasferitele in un piatto e spezzettatele finemente con una forchetta. Ponete in una pentola due cucchiai di olio e fatevi saltare il prosciutto1 a cubetti e i piselli con un pizzico di sale per 2 minuti. Quando il riso sarà al dente, scolatelo e mettelo da parte. Dopo qualche minuto aggiungete al riso i piselli, le uova e la salsa di soia fateli saltare a fiamma bassa per 2 minuti tutti assieme. Amalgamate per bene tutti gli ingredienti e servite.

martedì 8 gennaio 2013

Biscottini all'arancia


Un nuovo biscottino che avevo preparato per Natale e che non vi avevo ancora postato è un profumatissimo biscotto all'arancia, la cui ricetta è stata presa dal mio libro preferito 'Cucinare nelle Dolomiti'. Ovviamente non dovete aspettare per forza il Natale prossimo per prepararlo, potete anche degustarlo con un bel the caldo in queste fredde giornate invernali!

Ingredienti:
200 g di burro freddo
100 g di zucchero a velo
1 scorza d'arancia grattugiata
1 pizzico di sale
1 stecca di vaniglia
2 cucchiai di liquore all'arancia
20 g di arancia candita tritata finemente
300 g di farina
75 g di mandorle macinate finemente
1 uovo

50 g di cioccolato fondente
100 g di marmellata d'arancia

Procedimento:
Impastare il burro con lo zucchero a velo, la scorza di arancia, il sale, l'estratto di vaniglia, il liquore di arancia e le arance candite. Mescolare la farina con le mandorle e impastare il tutto con il burro, alla fine ottenere un impasto liscio aggiungendo l'uovo. Avvolgere la pasta in una pellicola trasparente e farla riposare 3 ore in frigorifero. Stendere la pasta (1/2 cm di spessore) e ritagliare delle forme di biscotti e infornare a 160 gradi per 10 minuti. Far raffreddare i biscotti. Immergere la metà dei biscotti nel gioccolato fuso e farli asciugare su una grata. Spalmare la superficie dei biscotti rimasti con la marmellata di arance e ricoprirli con l'altra metà al cioccolato.