martedì 29 maggio 2012

Nasi Goreng


Ormai i ricordi dell'Indonesia sono lontani, ma comunque mi rimarrano sempre nel cuore, un viaggio fantastico che mi ha lasciato tanto, ricordo ancora le cerimonie e i rituali balinesi, le danze, i mercati aperti già alle 4 del mattino, i profumi di spezie...un mondo a parte che fa sognare. Un piatto in particolare mi ha colpito è quello tipico per eccellenza da quelle parti, si trova da ogni parte e ognuno lo fa a modo suo è il Nasi Goreng che significa semplicemente “riso saltato” e descrive un’infinità di varianti dai diversi ingredienti. Ma anche il Nasi Goreng più elaborato rimane un piatto di preparazione piuttosto veloce. Questa è la versione base, alla quale possono essere aggiunti: petto di pollo a pezzetti, gamberi sgusciati e verdure a piacere (ad esempio, fagiolini, zucchine o sedano).


Ingredienti:
500 g riso bollito freddo
2 uova leggermente sbattute
2 cipolline tritate e con la parte verde tagliata diagonalmente
1 carota tagliata a julienne
½ cavolo cinese tagliato a listarelle (avendo cura di eliminare le coste più dure)
1 scalogno tritato
1 spicchio d’aglio tritato
3 cucchiai d’olio di semi d’arachidi
1 peperoncino fresco tagliato a rondelle (avendo cura di eliminare i semini) o 1 cucchiaino di Sambal Oelek (pasta di peperoncino, in vendita nei negozi di alimenti asiatici)
1-2 cucchiai di Kecap Manis (salsa di soia dolce, in vendita nei negozi di alimenti asiatici. Si può anche usare la normale salsa di soia, leggermente zuccherata)
sale
cetriolo
pomodori affettati per la guarnizione.

Variazioni: Pollo a pezzetti o gamberi e verdure a piacere

Procedimento:
Per garantire un risultato migliore, il riso va cotto un po’ di tempo prima di essere saltato. Una volta cotto deve raffreddare per qualche ora (ma non troppo, per non farlo asciugare troppo; due o tre ore sono un lasso perfetto). Importante: il riso per il Nasi Goreng deve essere lessato in poca acqua, per non farlo ammorbidire troppo. Si consideri 1 tazza d’acqua per ogni tazza di riso. Quando sarà freddo, bisognerà separare i chicchi, mescolando con una forchetta. A parte si prepara una sottilissima omelette, friggendo le uova sbattute con un pizzico di sale in una padella antiaderente con qualche goccia d’olio. Far raffreddare e tagliare a striscioline.
Per la preparazione: Riscaldare l’olio in un wok, aggiungere il bianco tritato delle cipolline, lo scalogno, il peperoncino tagliato o il Sambal Oelek. Soffriggere un minuto ed aggiungere le carote, il verde delle cipolline ed il cavolo cinese. Soffriggere per un ulteriore minuto. Condire con la salsa di soia ed eventualmente un pizzico di sale. Unire il riso e mescolare velocemente facendolo saltare per 5-8 minuti. A fine cottura unire le striscioline d’omelette.
Servire in un ampio piatto di portata, decorato con pomodori e cetrioli affettati.
Se si vuole preparare con la variante di pollo o gamberi e verdure a piacere, saltare gli ingredienti e aggiungerli al riso. Il Nasi Goreng viene spesso servito come piatto unico coperto da un uovo fritto, ma è ottimo anche in abbinamento ai SATE di pollo.


martedì 15 maggio 2012

Parmigiana di melanzane light



Ovviamente non si può pretendere di preparare la versione light della parmigiana e avere lo stesso gusto in bocca di una vera parmigiana di melanzane fritte bella sugosa e filante...questo no. Però avere una valida alternativa per poterla mangiare più spesso senza dover per forza ingrassare un chilo...questo si! Con l'arrivo della bella stagione arrivano finalmente le belle melanzane, perché non sfruttarle? Le melanzane le adoro anche alla griglia quindi condite con del sugo, della mozzarella e un po' di parmigiano diventano semplicemente squisite.

Ingredienti:
3 melanzane
400 g di pomodori pelati
1 mozzarella light
1 cipolla
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
1 manciata di foglie di basilico
2 cucchiai di grana grattugiato, sale


Procedimento:
Lavare le melanzane e togliere il picciolo, poi asciugarle bene. Tagliarle a fette alte circa mezzo centimetro e disporle nello scolapasta, coprendole di sale fino. Lasciarle così per almeno un'ora affinché perdano la loro acqua amarognola. Far rosolare la cipolla affettata sottile in una padella con qualche cucchiaio di acqua finché si sarà ammorbidita. Unire i pomodori pelati e l'aglio e lasciar cuocere per 20 minuti circa. Intanto sciacquare e asciugare le melanzane, disporle sulla griglia del forno acceso finché saranno diventate morbide, senza lasciarle seccare.Ungere leggermente una teglia e foderare il fondo con fettine di melanzane, coprire con la salsa e qualche fettina di mozzarella. Procedere così a strati alternati, fino ad esaurire gli ingredienti. L'ultimo strato deve essere di mozzarella e salsina e il tutto spolverato di grana grattugiato e il basilico. Mettere in forno la teglia in forno preriscaldato e cuocere a 200° per 20 minuti.