mercoledì 26 gennaio 2011

Gnocchi Mamma Rosa



Perchè questo nome? Perchè mi ricordo che quando ero piccola con i miei genitori andavo a mangiare in un ristorante qui a Bolzano (che forse non esiste nemmeno più...mah chissà) e la specialità del posto erano proprio gli gnocchi Mamma Rosa. Quel gusto mi è rimasto impresso nella mente e ho voluto cercare di ricrearlo, alla fine niente di difficile...ma quando ero piccola mi sembrava una superspecialità. Una ricetta semplice e velocissima se avete gli gnocchi già fatti, altrimenti dovrete perdere un po di tempo a farvi gli gnocchi a mano...ma gli gnocchi fatti in casa non hanno prezzo!


Ingredienti per 2 persone affamate:

500 g di gnocchi

200 g di polpa di pomodoro

200 ml di panna da cucina fresca

sale

pepe

origano

basilico
parmigiano
Procedimento:
Cuocere in una padella la polpa di pomodoro, finchè non si sia un pò rappresa, versare la panna fresca e continuare a cuocere, salare, pepare, aggiungere il basilico tagliato fino e l'origano, continuare a cuocere finchè la cremina risulti densa. Nel frattempo lessare gli gnocchi, e scolarli nel sugo facendoli saltare in padella. Volendo potete evitare di lessare gli gnocchi e metterli crudi direttamente nella padella con il sugo, farli cucinare direttamente insieme al sugo finchè non risultino cotti. Dare una spolverata di parmigiano e servire.

venerdì 21 gennaio 2011

Branzino in crosta di patate

Una ricetta del grande Simone Rugiati tratta dal suo libro "Stupire in cucina in 20 minuti", in effetti è una ricetta molto facile e divertente. Le nocciole finali sono proprio la chicca, vedrete come ci stanno bene, la loro croccantezza da giusto giusto il tocco finale. Per tagliare le patate come vedete in foto ho usato un tagliaverdure, farle a mano risulterebbe un pò impegnativo. Se avete una mandolina potete tranquillamente tagliarle a joulienne e il gioco è fatto! Buon pranzo!


Ingredienti (per 2 persone):

2 filetti di branzino (circa 300 g l'uno)

2 patate grandi

6 foglie di basilico

8 nocciole

4 cucchiai di olio extravergine di oliva

sale

pepe nero



Procedimento:

Salate e pepate la parte della polpa, rivestite una placca con carta da forno e oliatela appena, salate e pepate il fondo e adagiatevi i filetti con la pelle rivolta verso il basso. Tagliate le patate a listarelle fini raccogliendole con una terrina. Salatele e pepatele leggermente e versate un pò d'olio; amalgamate e distribuite sui filetti in modo omogeneo fino a coprire la parte della polpa. Cuocete a 190 gradi per circa 20 minuti (comunque finchè le patate risultino cotte, quindi se saranno molto molto fini basterà meno tempo). Intanto frullate al mizer il basilico con olio e un pizzico di sale e filtrate subito al colino. Tagliate le nocciole e tostatele in padella o in forno. Sfornate e servite con olio al basilico e granella di nocciole.

martedì 18 gennaio 2011

Timballo di cavoli misti

Una bella ricetta invernale con verdura ricca di vitamine: cavoli, broccoli e cavoli romani. Al supermercato ho trovato una bella confezione con queste tre tipologie miste di verdure, già tagliate e pulite, quindi è stato tutto più comodo. Sappiate però che questa ricetta volendo la potete fare anche solo con i cavolfiori, o solo con i broccoli...insomma, quello che vi piace di più. Potrebbe essere un modo per far mangiare la verdura anche a chi non piace molto...più golosa di così non si può!!!! Se non volete preparare la besciamella vegetale descritta qui sotto, potete tranquillamente arrangiarvi con quella tradizionale, il risultato è comunque assicurato!

Ingredienti:

400 g di lasagne
1kg di cavoli misti (cavolfiori broccoli, cavoli romani) oppure 1 cavolfiore
1 spicchio d'aglio
3-4 acciughe
noce moscata
100 g di groviera grattugiato
100 g di parmigiano grattugiato
peperoncino rosso in polvere
olio extravergine
sale

per la besciamella vegetale:
50 g di farina
3 dl di acqua di bollitura dei cavoli
1 pizzico di timo
0,75 dl di olio extravergine
sale

Procedimento:

Lavate i cavoli misti (cavolfiori, broccoli e cavoletti romani), se usate solo il cavolfiore lavate solo quello. Tagliateli a cimette e quindi bolliteli per qualche minuto in poca acqua. Scolateli e conservate l'acqua di cottura. Ripassateli in padella con poco olio, le acciughe, lo spicchio d'aglio, un pizzico di peperoncino e uno di noce moscata. Tenete da parte un po' di cimette per la decorazione e frullate tutto il resto con il minipimer. Preparate poi la besciamella: in una casseruola amalgamate l'olio con la farina, mettete sul fuoco e a questo punto aggiungete un po' alla volta l'acqua di cottura bollente e mescolate senza interruzione, finchè non si sente che la salsa si sta addensando. Poco prima di togliere dal fuoco, aggiungete il sale e il timo. Oliate una teglia da forno, fate uno strato di lasagne e poi proseguite con strati di besciamella, parmigiano e groviera grattuggiati e i cavoli tritati; ripetere gli strati sino ad esaurimento degli ingredienti terminando con la besciamella e i formaggi grattugiati. Infine infornate a forno preriscaldato a 200 g lasciando cuocere fino a quando si sarà formata una crosticina dorata (circa 15-20 minuti). Impiattate con qualche cavoletto tenuto da parte all'inizio.

venerdì 7 gennaio 2011

La torta di grano saraceno


Cosa ha portato la befana ieri? Una bella torta di grano saraceno!!! Niente carbone quest'anno, vuol dire che ho fatto la brava! :-))))) Insomma la befana quest'anno era sudtirolese e parlava Deutsch! Questa torta gustosa potete accompagnarla con un pò di panna...sarà la morte sua! Ricetta ovviamente presa dal libro di ricette altoatesine per eccellenza: Cucinare nelle Dolomiti.
Ingredienti:
Per uno stampo da 28 cm
200 g di burro
100 g di zucchero
6 tuorli d'uovo
200 g di farina di grano saraceno
200 g di nocciole grattugiate
2 mele grattugiate grossolanamente
1 bustina di lievito in polvere
1 presa di scorza di limone grattugiata
6 chiare d'uovo
100 g di zucchero
burro per ungere lo stampo
zucchero a velo per spolverare
1 vasetto di marmellata di mirtilli rossi
Procedimento:
Mescolare energicamente il burro ammorbidito con 100 g di zucchero. Introdurre a poco a poco i tuorli d'uovo e poi il resto degli ingredienti (farina di grano saraceno, nocciole grattugiate, mele, lievito in polvere e scorza di limone).
Incorporare le chiare montate a neve con i rimanenti 100 g di zucchero.
Versare la massa in uno stampo apribile imburrato e cosparso di farina e metterla a cuocere in forno a 180 gradi per 40 minuti. Una volta raffreddata, tagliare a metà la torta, farcirla con la marmellata di mirtilli rossi e cospargerla con lo zucchero a velo. Volendo potete servirla accompagnata da panna montata.