giovedì 30 settembre 2010

Ciambella di fichi e mandorle

Settembre...il mese dei fichi!! Quelli pugliesi sono talmente buoni che ogni tanto quando li assaggio mi sembra di addentare dei cioccolatini. Qui a Bolzano si trovano al supermercato, ma sono tutta un'altra cosa, ma che dobbiamo fare? Bisogna accontentarsi no? Su Cucina Moderna ho trovato questa ricetta squisita di Anna Moroni, l'aspetto mi sembrava così godurioso che sono subito corsa al supermercato per accaparrarmi 8 fichi...tutti per questa ciambellona squisita.

Ingredienti:
400 g di farina
150 g di burro
1 dl di latte
1 bustina di vaniglina
8 fichi piccoli
1 limone
3 uova
200 g di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
80 g di mandorle in polvere
3 cucchiai di mandorle a scaglie
3 cucchiai di marmellata di albicocche (vellutata senza pezzi di frutta)
1 pizzico di sale
burro e farina per lo stampo

Procedimento:
Mettete i 3 cucchiai di mandorle in acqua e lasciateli riposare (così eviteranno di scurirsi in forno). Fate fondere il burro (a bagnomaria o nel microonde) in una ciotola con il latte, unite la vaniglina e lasciate raffreddare. Sbucciate delicatamente i fichi, tagliateli a metà, facendo attenzione a non rovinare la polpa e spruzzateli uniformemente con il succo di mezzo limone. Montate le uova con lo zucchero, unite il mix di burro, latte e la farina setacciata insieme al lievito e al sale. Mescolate bene gli ingredienti e poi incorporate gradualmente le mandorle in polvere. Trasferite il composto in uno stampo a ciambella di 25 cm circa di diametro, imburrato e infarinato, livellate la superficie con una spatola o un cucchiaio inumidito, disponetevi sopra con garbo i mezzi fichi, cospargete tutto con le mandorle a scaglie (scolate dall'acqua) cuocete in forno a 180 gradi per 40 minuti circa. Raccogliete la vellutata di albicocche in un pentolino con il succo del mezzo limone rimasto e fate scaldare dolcemente mescolando con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto fluido il più possibile omogeneo. Togliete la ciambella dal forno, disponetela sulla griglia per dolci e spennellatela con la gelatina al limone calda. Lasciate raffreddare bene prima di servire.

martedì 21 settembre 2010

Involtini di pollo filanti


Il pollo ve lo sto "ricettando" ormai in tutte le salse, è una carne leggera digeribile e per di più mi piace (mai come il manzo eh? Sia ben chiaro!!), vuoi o non vuoi mi sa che prima o poi dovrò fare una sezione dedicata solo al pollo!!! Non vi dico che goduria con il formaggio filante all'interno! Per l'occasione ho utilizzato un buon Casolet della Val di Sole, ma potete metterci il formaggio che più vi piace, se il formaggio invece proprio non fa per voi, non mettetelo, questi involtini saranno comunque deliziosi!


Ingredienti (per 2 persone):
4 fettine di petto di pollo non troppo alte (eventualmente appiattire con il batticarne coprendo il pollo con pellicola trasparente per evitarne la rottura)
4 fette lunghe di prosciutto cotto (o speck)
8 cubetti di formaggio
4 foglie grandi di salvia fresca
2 dita di vino bianco
olio d'oliva
farina q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Procedimento:
Battere le fettine con il batticarne. Salare e pepare la carne, inserire 2 pezzetti di formaggio per ogni fettina e arrotolare a mo' di involtino ed avvolgere intorno ad ognuno una fetta di prosciutto cotto (o speck). Con uno stuzzicadenti fissare la foglia di salvia su ogni involtino e mettere da parte.Mettere l'olio in una padella ed infarinare appena gli involtini. Rosolarli nell'olio e procedere bagnando con il vino bianco. Aggiungere un mestolo d'acqua e cuocere per 15 minuti circa. Servire gli involtini con l'intingolo, accompagnandoli con patate a piacere (bollite, in purè, al forno) o con un'insalata.

mercoledì 8 settembre 2010

Pollo al curry, birra e mele


Questa ricetta trovata per caso in un giornale mi stuzzicava parecchio, la mela associata al pollo l'avevo assaggiata da qualche parte e mi era piaciuta non poco, quindi ho voluto provare. La ricetta originale dava 4 cucchiai di curry, ma a me sembravano decisamente troppi, ne ho messo uno abbondante e il sapore era davvero delicato...poi fate voi a seconda dei vostri gusti!! Lo zenzero da quel tocco in più che assolutamente non guasta (e vi parla una che per lo zenzero non va proprio matta!!).
Ingredienti:
400 g di petto di pollo
1 mela
1 cipolla dorata
1 pezzetto di zenzero
1 lattina di birra
2 dl di brodo (se di pollo è meglio)
succo di 1/2 limone
1 cucchiaio abbondante di curry in polvere
olio
sale
pepe

Procedimento:
Tagliate a pezzetti i petti di pollo, tritate la cipolla e soffriggetela nell'olio, unite la mela tagliata a cubetti e poi il pollo. Fate rosolare a fiamma vivace, cospargete il tutto con il curry e mescolate per amalgamare gli ingredienti. Versate la birra e lasciatela sfumare, versate il brodo, insaporite con lo zenzero grattugiato, sale pepe, fate sobbollire per una ventina di minuti, poco prima del termine aggiungete il succo di limone e cuocete per altri 5 minuti per far ridurre il liquido, accompagnate con riso thai bollito.