martedì 29 dicembre 2009

I quadrelli della mamma



E per concludere l'anno in bellezza vi invio il mio biscotto preferito...un biscotto che potete preparare non solo a Natale ma anche l'ultimo dell'anno o per la befana...giusto giusto per concludere le feste nel migliore dei modi. E' il biscotto che prepara ogni anno mia mamma e in assoluto il dolce di mia mamma che preferisco! Gli ingredienti sono tanti, ma non demoralizzatevi, non è per niente difficile da preparare!


Ingredienti (per una teglia):
base:
3 etti di farina
150 g di burro ammorbidito
100 g di zucchero
2 uova
1 bustina di vanillina
1/2 limone grattugiato
un pizzico di polvere di chiodi di garofano
un cucchiaino di cannella
un cucchiaio di cacao amaro
100 g di nocciole tritate grossolanamente
100 g di cioccolato fondente sciolto

1°strato di ripieno
400 g di marmellata di prugne

2° strato di ripieno
2 etti di zucchero
100 g di nocciole tritate grossolanamento
50 g di cioccolato fondente sciolto
3 chiare d'uovo montate a neve

Procedimento:
Impastare bene gli ingredienti della base fino a formare una palla, stendere su una teglia con carta da forno, bucherellare con la forchetta e infornare per 10-15 minuti a 180°. Togliere dal forno e spalmare tutta la superficie con la marmellata di prugne, infornare ancora per 5 minuti. Nel mentre montare a neve le tre chiare d'uovo e aggiungere man mano il resto degli ingredienti del secondo strato, mescolare bene e distribuire in teglia sopra il resto del composto. Infornare a 180° per circa 20 minuti. Togliere dal forno, dare una spolverata di zuccero a velo, lasciare raffreddare e tagliare a quadrati.

mercoledì 23 dicembre 2009

Tanti auguri biscottati a tutti!

E un altro Natale è passato...il secondo con il mio blog! Anche per quest'anno auguro a tutti quelli che seguono le ricette che propongo un dolcissimo Natale, con l'occasione vi invio il mio pacchettino virtuale di biscotti...se avete provato qualche ricetta...dai...non risulterà virtuale del tutto. Le visite al mio blog in questo 2009 sono aumentate in modo esponenziale raggiungendo quasi quota 9.000 al mese, ringrazio quindi di cuore tutti quelli che partecipano a questo blog attivamente e quotidianamente con un commento o anche solo con una sbirciata, mi fa molto piacere che 'La fame viene cucinando' regali una piccola idea culinaria a chiunque abbia voglia di sperimentare qualcosa di nuovo in giro per l'Italia o per il mondo. La classifica delle città che visita più assiduamente il mio blog vede Milano in testa, in seconda posizione Roma, in terza Torino, a seguire Trento, Bologna e Bolzano...la mia piccola cittá natale occupa quindi un sesto posto di tutto rispetto! Buon Natale e un sacco di fortuna a tutti per il 2010!

lunedì 21 dicembre 2009

Gli omini di panpepato




La ricetta dei Lebkuchen (panpepato) ve l'ho già svelata... questo post solo per darvi alcune idee per decorare i mitici omini di panpepato. Questa volta io mi sono solo occupata dei biscotti, per la decorazione ci ha pensato mio marito...gli avevo detto di decorare un po' di biscotti e mi sono ritrovata delle superdecorazioni che non mi aspettavo, mi ha decorato pure gli alberelli di Natale!! Devo dire che si é appassionato, continuava a sfornare omini di tutti i generi: il vampiro, il figlio dei fiori, il pittore...insomma, con la fantasia potete farne di tutti i tipi. Volendo se in cottura gli fate un buchetto in alto potete anche addobbare l'albero. I colori sono veri e propri colori di zucchero che in Alto Adige si trovano in qualsiasi supermercato, la marca è tedesca: Schwartau . Se nella vostra cittá non riuscite a trovarli potete arrangiarvi con la glassa fatta da voi...per andare sul sicuro vi posto la ricetta della glassa di Gennarino.
Ingredienti:
350 gr di zucchero a velo
1 albume
3 cucchiai di succo di limone
una stecca di vaniglia
poche gocce di colorante alimentare
Procedimento:
La glassa è una preparazione semplicissima e di sicura riuscita, a condizione di NON usare lo zucchero a velo preparato in casa con il macinacaffè. Questo, infatti, non riesce a macinare lo zucchero come le macine di tipo industriale, con la sgradevolissima conseguenza di vedere la glassa appena preparata creparsi tutta durante l'asciugatura.Preparare lo zucchero vanigliato infilando, quattro o cinque giorni prima della preparazione del dolce, una stecca di vaniglia in un barattolo contenente lo zucchero (ricordate che la vaniglia può essere riutilizzata). Al momento di preparare la glassa, setacciare lo zucchero a velo in una ciotola. Aggiungere l'albume e tre cucchiai di succo di limone filtrato.Lavorare il composto con lo sbattitore elettrico fino ad ottenere una glassa liscia e senza grumi. Questa va poi conservata, in attesa del suo uso, coprendola con una pellicola per evitare che si secchi.

mercoledì 16 dicembre 2009

Florentiner al cioccolato


Ieri mi sono divertita ad usare la mia nuova macchina fotografica...una vera soddisfazione! Il risultato, viste le mie poche conoscenze in materia fotografica é stato al di sopra delle mie aspettative, però dovrò comunque migliorare! Pian piano cambierò qualche foto dell'anno scorso relativa ai biscotti di Natale, è in atto un "foto restyling" insomma! Ma veniamo al dunque, vi ricordate che vi avevo parlato dei florentiner con la base di pasta frolla? Ecco, con lo stesso impasto potete anche fare i florentiner adagiati su una base di cioccolato, così con gli stessi ingredienti potete creare due biscotti completamente diversi (metà dose la utilizzate per la base di pasta frolla e metà per quella al cioccolato).


Ingredienti:
360 g di zucchero
200 g di burro
100 g di miele
125 g di panna
500 g di mandorle affettate
200 g di macedonia di canditi
cioccolato fuso (quanto basta)

Procedimento:
Mettete sul fuoco a bollire per un paio di minuti (finchè non si asciuga un po' il composto) lo zucchero, il burro, il miele e la panna. Aggiungete quindi le mandorle e la macedonia. Spegnete il fuoco e munitevi di due cucchiaini, con uno prendete un po’ di impasto, con l’altro spingete l’impasto sulla carta da forno, in modo che si creino dei piccoli mucchiettini, fate in modo che siano molto distanziati l'uno dall’altro perché in forno si appiattiscono. Mettere in forno a 200° finchè non cambiano un po' colore. Toglieteli dal forno e con una spatola raggrumarli bene perché in forno si sono appiattiti. Lasciate raffreddare. Sciogliete il cioccolato fondente a bagno maria o nel microonde e con il sac a poche formate dei dischetti sulla carta da forno, dischetti sui quali andrete ad appoggiare i florentiner.

lunedì 14 dicembre 2009

Vanillekipferln


Sapete quale era la cosa che mi piaceva più fare a Berlino la scorsa settimana? Entrare nelle edicole/librerie a mirare e rimirare i mille giornali di ricette di biscotti di Natale! I tedeschi in fatto di biscotti ne sanno veramente una più del diavolo! Ovviamente non è che me ne stavo solo a sfogliarli, ma li compravo ed è così che sono tornata a casa con non so nemmeno quante riviste specializzate...ho più ricette di biscotti che di altro oramai!! Ho provato subito a mettere in pratica una ricetta...ma non una novità, semplicemente una ricetta tradizionale, nella sezione 'Klassiker'....appunto i Klassiker Vanillekipferln, che ho già fatto e faccio ogni anno, ma questa ricetta non l'avevo ancora sperimentata!
Ingredienti:
300 g di farina
80 g di zucchero,
175 g di burro freddo
2 albumi
100 g di farina di mandorle (mandorle tritate finemente)
1 bustina di vanillina
Per decorare
3 bustine di zucchero vanillinato

Procedimento:
Amalgamare bene tutti gli ingredienti con la macchina impastatrice. Lasciare riposare in frigorifero per mezz’ora. Con le mani infarinate formare dei rotolini e tagliarli come degli gnocchi- Formare quindi con ogni gnocco una pallina, sfregarla tra le mani in modo da allungarla e piegarla a cornetto. Disporli sulla placca ricoperta con carta da forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti. Togliere i cornetti dal forno, farli raffreddare per 2 minuti, passarli nello zucchero vanigliato.

giovedì 10 dicembre 2009

Pasta frolla raffinata e spitzbuben


Un'altra pasta frolla e altri biscotti! Vi conviene fare una bella quantitá di questo tipo pasta frolla difatti è molto versatile, potete usarla sia come base dei florentiner, sia per fare i famosissimi spitzbuben, sia per fare biscotti semplici di tutte le formine di Natale possibili e immaginabili...magari anche da appendere sull'albero, decorandoli con il cioccolato, le perline, la glassa, insomma con la fantasia ci si può sbizzarrire.


Ingredienti:

600 g di burro

300 g di zucchero a velo

2 uova intere

1 kg di farina 00

16 g di lievito in polvere per dolci (si può anche non mettere)

un pizzico di sale

2 bustine di vanillina

1 limone (scorza grattugiata)


Per farcire

marmellata a piacere (meglio se di albicocche o lampone)

zucchero a velo


Procedimento:


Setacciare la farina ed il lievito sulla spianatoia, formare una fontana aggiungere lo zucchero, la vanillina, la scorza di limone grattugiata, le uova, il burro freddo tagliato a pezzettini e un pizzico di sale. Impastare velocemente gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia. Avvolgere la pasta in un foglio di pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per mezz'ora (Se usate l'impastatrice non serve farla riposare in frigo). Stendere la pasta sulla spianatoia infarinata e fomare una sfoglia dello spessore di 3-4 mm. Con una metà della pasta ritagliare degli anelli, con l'altra metà dei dischetti della stessa grandezza. Disporre sulla placca ricoperta con carta da forno. Cuocere in forno a 180° per circa 10 minuti. Far raffreddare. Cospargere gli anelli con lo zucchero a velo. Spalmare i dischetti con la marmellata e ricoprirli con gli anelli.

venerdì 4 dicembre 2009

I Florentiner

Dei biscotti tipici altoatesini non potevano mancare in questo dicembre, ed ecco qui i Florentiner...belli a vedersi e buoni a mangiarsi! Con lo stesso impasto si possono fare sia i biscottini che vedete nella foto (con la pasta frolla sotto per intenderci), sia degli altri biscotti che vi svelerò in seguito. Quindi volendo potrete usare anche meno pasta frolla di quella consigliata qui sotto e usare metà dell'impasto per altri biscottini...due piccioni con una fava!!

Ingredienti:

360 g di zucchero

200 g di burro

100 g di miele

125 g di panna

500 g di mandorle affettate

200 g di macedonia di canditi

pasta frolla per 3 teglie

Procedimento:

Mettere sul fuoco a bollire per un paio di minuti (finchè non si asciuga un po' il composto) lo zucchero, il burro, il miele e la panna. Aggiungo quindi le mandorle e la macedonia. Stendo la pasta frolla sulle teglie e la bucherello tutta con la forchetta, la metto in forno a 180° per pochi minuti, dopodiché la tiro fuori e stendo sopra un bello strato del composto appena preparato. Metto di nuovo tutto in forno a 200° finché la superficie non diventi un po' bruna (fare molta attenzione perché si brucia facilmente. Tiro fuori dal forno, lascio raffreddare e taglio a quadratini.

martedì 1 dicembre 2009

Pasta frolla con le uova sode? Si!!! Nidi e cornetti!




Come ogni dicembre che si rispetti, inizio come da tradizione a creare biscotti di natale di ogni sorta! Questa è solo la prima di tante ricette che vi svelerò nel corso di questo mese. Ho voluto iniziare con una ricetta che mi ha incuriosito: la ricetta di pasta frolla con le uova sode! Strano vero? Pure io ho storto il naso quando l'ho sentita, e invece all'assaggio del biscotto mi sono resa conto che allora...tutto è possibile!! La differenza si sente nella consistenza del biscotto, il biscotto è più friabile...provare per credere!! Con questa pasta un po' speciale si possono fare i nidi...poi vi spiego il procedimento anche se è dura senza vederlo dal vivo, e i cornetti...già più facili dai!


Ingredienti:
350 g di burro
175 g di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
scorza di un limone grattugiata
5 tuorli cotti
1 tuorlo crudo
600 g di farina
cioccolato fuso per decorare

Procedimento:

Inserire gli ingredienti nell'impastatrice nello stesso ordine in cui li ho scritti, lavorando bene all'inizio il burro con lo zucchero a velo. Continuare a lavorare finchè non si formi una bella palla liscia, lavorare anche a mano per aiutarsi alla fine. Riporre l'impasto in frigo per mezz'ora. Togliere dal frigo e iniziare a lavorare la pasta per fare i biscotti.


Cornetti:

Prendere un pezzo di pasta e creare un rotolino lungo, tagliarlo a cubetti (a 'mo di gnocchi). Prendere uno gnocco alla volta, formare una pallina, allungarla tra le mani sfregandole, riporre il piccolo rotolino sulla tavola e dargli la forma del cornetto.


Nidi:

Prendere un pezzo di pasta e creare un rotolino lungo, tagliarlo a cubetti (a 'mo di gnocchi). Prendere uno gnocco alla volta, formare una pallina, allungarla tra le mani sfregandole, riporre il rotolino sulla tavola e continuare ad allungarlo (deve risultare lungo e fino). Unire le estremità del rotolino. Tenere fermo con un dito un'estremità e far rotolare con l'altra mano in modo da arricciarlo su se stesso, unire le due estremità in modo da formare un nido.
Decorazione:
Disponete i biscotti su della carta da forno uno vicino all'altro, prendete un po' di cioccolato fuso con un cucchiaio e fatelo schizzare sui biscotti muovendo velocemente la mano avanti e indietro. Se avete la possibilità di usare un sac a poche utilizzate quello per aiutarvi.