mercoledì 28 ottobre 2009

Pasta alla polpa di granchio



Un primo semplice e sbrigativo, potete sbizzarrirvi con il tipo di pasta che preferite, io per l'occasione ho utilizzato i bucatini, ma è una ricetta che si sposa bene pure con le pennette per esempio. È un piatto che ricorda un po' l'estate...nostalgia eh? Dai dai che ci dobbiamo preparare all'inverno...basta ricordi!


Ingredienti (per 4 persone):
Gr. 400 di pasta a piacere
polpa di granchio (una scatoletta)
metà cipolla
400 g di passata di pomodoro
un po' di latte
un mazzetto di prezzemolo
un po' di vino bianco
sale, olio e peperoncino

Procedimento:
Si fa rosolare la cipolla tritata nell'olio, facendo attenzione a non farla bruciare,(aggiungere un po' di acqua). Versare il vino bianco, farlo ritirare ed unirci la polpa di granchio, il prezzemolo tritato, la passata di pomodoro, sale e un po' di peperoncino, far cuocere 5 minuti, aggiungere un po' di latte e continuare a cuocere finchè non si ritira un po'. Cuocere la pasta e condire.

mercoledì 21 ottobre 2009

I cantucci col vinsanto



In Toscana canto vuol dire angolo e i cantucci sarebbero come dire dei pezzettini tagliati ad angolo di questa buona pasta con le mandorle. Sono dolci secchi e sembra fatto apposta perche' la loro morte, che vuol dire che è proprio quello che ci sta bene e' il vinsanto per zupparceli dentro un pochino. Questi buonissimi cantucci li ha preparati Gloria, li ho assaggiati e me ne sono innamorata...ovviamente non potevo non chiederle la ricetta! Eccola qui, tutta per voi...con suo permesso ovviamente!!!


Ingredienti:

300 g di farina 00
100 g di zucchero
25 g di burro freddo
200 g di mandorle tostate
1 pizzico di sale
½ bustina di lievito
2 uova
1 tuorlo
½ buccia di limone

Procedimento:
In una terrina mescolare burro e zucchero velocemente, aggiungere la farina e continuare ad impastare. Grattugiare la buccia del limone, aggiungere le uova intere e continuare ad impastare. Dopo 5-7 minuti inserire le mandorle un po’ qua e un po’ la. Impastare per circa 15-20 minuti e creare un salame. Spennellare con il tuorlo e cospargere di zucchero. Mettere in forno a 180° per 15-20 minuti (funzione statico). Una volta che il salame si spacca si toglie e si taglia a fette poi in forno a 180° per l’ultima cottura finché sono ben dorati e tostati.

lunedì 19 ottobre 2009

Un'altra americanata...i muffin's!!


E dopo l'hamburger un'altra americanata ci stava, dai!! Il dolce che assolutamente non poteva mancare nella mie giornate americane era il muffin...li ho provati di tutti i gusti e di tutti i generi, alla cannella, al cioccolato, integrali, al miele, alla banana, c'erano pure quelli "low fat" (senza grassi...ahhahah...si si...ci credo ben!!) morbidissimi e gustosissimi, ma il muffin che in assoluto vinceva su tutti era il bluberry muffin ossia il muffin ai mirtilli neri. Ho provato a cercare su internet la ricetta che più mi soddisfaceva e ovviamente l'ho trovata sul blog di cavoletto che ha aggiunto ai mirtilli anche una nota di cioccolato bianco...slurp!! Certo non si arriva al risultato superlativo degli original U.S.A. peró si va molto vicini e probabilmente si mangia qualcosa di più sano!!


Ingredienti:
225 g di farina

150 ml di latte

125 g di mirtilli freschi

100 g di cioccolato bianco

75 g di burro

50 g di zucchero

2 uova

1 cucchiaino di lievito per dolci

una presa di sale


Procedimento:
Mescolare la farina con lo zucchero, il lievito e il sale. In un altro recipiente, sbattere leggermente le uova con il latte e il burro fuso. Tritare grossolamanete il cioccolato, varsarlo sulla farina, aggiungere i mirtilli poi tutto il composto liquido e mescolare velocemente, senza fare incorporare bene tutti gli ingredienti. Versare l’impasto negli stampini da muffin, e far cuocere a 180° per circa 20 minuti o finché i muffin siano gonfi e dorati.

lunedì 12 ottobre 2009

Il pane per l'hamburger


Ormai sono mesi che sono tornata dalla mitica New York, e la domenica mattina ormai è prassi svegliarmi con i Pancakes e sciroppo d'acero. Ma la voglia di un buon hamburger d.o.c. mi è rimasta. Gli hamburger della Grande Mela, qui in Italia ce li sognamo...e non parlo di Mc Donald's ma di posti tipici in cui fanno degli hamburger spettacolari. Quindi ho provato a dilettarmi in casa, certo è che oltre alla carne buona per hamburger, essenziale è avere il pane buono, e quello che vendono al supermercato è quasi immangiabile per i miei gusti, quindi ci ho provato, ho provato a creare le pagnotte di pane per hamburger...ragazze...da sballo!!! Sicuramente la prossima volta ne faccio un po' di più e le metto in freezer!! Ho trovato la ricetta qui...e non la mollerò più!
Ingredienti:
300 gr farina 00
300 gr farina manitoba
180 gr latte
130-140 gr acqua (da regolare in lavorazione)
1 uovo da mettere nell'impasto
a piacere un altro uovo per spennellare (oppure latte per spennellare)
30 gr burro
10 gr circa sale
25 gr zucchero
1 cubetto di lievito da 25 gr
semi di sesamo
Ripieno:
Ketchup
Maionese
insalata lattuga
pomodoro a fette
formaggio a fette (se volete farvi un cheesburger)
hamburger alla griglia
Procedimento:
Sciogliere il lievito nel latte tiepido, mettere la farina nell'impastatrice (se non c'è a disposizione un impastatore si può procedere riunendo gli ingredienti in una ciotola) e sopra di essa tutti gli ingredienti aggiungendo l'acqua gradatamente, a seconda di quanto ne assorbe l'impasto. Lasciar lavorare per circa 10 minuti e poi continuare un po' a mano finch'è l'impasto risulti liscio. Mettere a lievitare fino al raddoppio (circa 1 ora). Sulla spianatoia sgonfiare leggermente l'impasto, formare i panini (circa 10), spennellarli con il latte (oppure l'uovo mischiato con un po' d'acqua) e distribuirvi sopra il sesamo. Al raddoppio infornare a 220° per circa 25 minuti, in funzione statico. Nel ripiano sotto a quello del pane ci mettere un pentolino di acqua bollente per mantenere l'umidità). Farli raffreddare, tagliarli a metá e procedere con il riempimento: ketchup, maionese, insalata, pomodori a fette, formaggio a fette e hamburger cotto alla griglia.

mercoledì 7 ottobre 2009

La mosa o in dialetto deutsch "Muas"


So che vi state chiedendo 'ma che roba è?'...tranquille, niente di strano, niente di particolare e soprattutto niente di difficile. Una semplice ricetta contadina della mia terra altoatesina, una ricetta di un maso della Val d'Ultimo il “Falschauerhof”, nominato il maso dell'anno 2009. Cosa sono i masi? I masi altoatesini sono piccole strutture dove vengono anche preparati piatti locali di eccellente qualità con prodotti tutti genuini. Questa che vi propongo é un'antica ricetta che viene tramandata da moltissimi anni, a base di farina di frumento e polenta, che offre la possibilità di riscoprire un sapore altoatesino di assoluta genuinità.

Ingredienti:

12 g. di burro
1 litro di latte
150 g di farina di polenta (media)
sale q.b.
1 cucchiaio di farina di frumento
50 ml circa di acqua

Per condire:

circa 70 g. di burro

Procedimento:

Far sciogliere 12 g di burro in una padella, aggiungere la farina di frumento, fare rosolare il tutto e versare l'acqua. Di seguito aggiungere il latte, salare, far cuocere un po' e incorporare pian piano la farina di polenta. Far cuocere a fuoco basso per 30 minuti circa mescolando di tanto in tanto. Far raffreddare un po', sciogliere il burro restante in una pentola e distribuire la mosa nei piatti versando poco burro sciolto.

lunedì 5 ottobre 2009

Seppioline in umido con piselli


Le seppioline sono tra i molluschi che più si prestano a diverse ricette sempre gustosissime. La ricetta che vi fornisco ora è un classico, ha bisogno del suo tempo di cottura, però è estremamente semplice e quindi alla portata di tutti. Poco calorica e quindi adatta anche per chi é a dieta (se volete eliminate l'olio del tutto e fate stufare le verdurine con l'acqua...sarà un po' meno prelibato ma sicuramente ancora più leggero).

Ingredienti (per 4 persone):

600 gr di seppie già pulite
300 gr di pisellini sgranati freschi o surgelati
2 cucchiai d'olio d'oliva
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla piccola
1 spicchio d'aglio
1 bicchiere di vino bianco
300 gr di polpa di pomodoro fresca o in scatola
sale
pepe nero
prezzemolo tritato

Procedimento:
Sciacquate le seppioline sotto l'acqua corrente. Scaldate l’olio in una casseruola a fuoco medio e fatevi soffriggere le verdure sminuzzate per qualche minuto, aggiungendo l'aglio solo quando le verdure sono già appassite. Unite le seppioline e lasciate cuocere per qualche minuto o fino a quando non sono più traslucide, quindi versate il vino e lasciatene evaporare metà. Unite la polpa dei pomodori, sale, pepe e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti, aggiungendo se necessario poca acqua calda.
Unite i pisellini e proseguite la cottura per altri 15 o 20 minuti o fino a quando i pisellini saranno teneri. E' probabile che sia necessario aggiungere un po' di acqua durante la cottura. Alla fine, aggiustate eventualmente di sale e cospargete con il prezzemolo.